Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Nascondeva la droga nell’auto, a Forio arrestato Salvatore Mattera

FORIO. I Carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal cap. Angelo Pio Mitrione, nell’ambito di una vasta operazione tesa a prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti sull’isola, hanno tratto in arresto nella tarda serata di giovedì a Forio il 40enne Salvatore Mattera, personaggio già noto alle forze dell’ordine e peraltro attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla pg perché giudicabile per contrabbando di sigarette.  Nel corso della perquisizione di una vettura non direttamente riconducibile e lasciata in sosta in un parcheggio pubblico per essere usata come nascondiglio, il 40enne è stato bloccato mentre prelevava droga dalla vettura e poi trovato in possesso di 14,5 grammi di cocaina, 107,7 di hashish, 2 bilancini elettronici e materiale per il confezionamento. Nel corso della stessa attività è stata denunciata anche una 43enne del luogo già nota alle FFOO vicina al 40enne che è stata trovata in possesso di un grammo di hashish, 300 euro in banconote di vario taglio e di un attrezzo multiuso usato per il taglio dello stupefacente. L’arrestato è stato tradotto a Poggioreale in attesa dell’udienza di convalida dinanzi al gip che potrebbe aver luogo nella giornata di oggi.

L’attività dei militari dell’Arma nasce da una serie di attività pregresse che avevano portato gli inquirenti a supporre che a Forio fosse stata creata una piazza di spaccio gestita da personaggi napoletani dediti alla cessione di cocaina e hashish. I soggetti in questione venivano identificati nei componenti di una famiglia residente da alcuni in via Curto, nucleo familiare guidato da un uomo e una donna. L’abitazione in questione era dunque tenuta d’occhio da tempo dai carabinieri che in particolare una prima volta avevano identificato nella zona n questione Salvatore Mattera uscire da quella casa, prendere un ciclomotore e dirigersi verso il dedalo di strade nella vicina località San Vito. Poi l’uomo effettuava lo stesso percorso a ritroso, rientrando e uscendo dall’abitazione in questione nel breve volgere di pochi minuti. Un andirivieni questo che nei quaranta minuti successivi si ripeteva altre due volte lasciando più di qualche sospetto. Gli uomini del Nucleo Operativo Radiomobile a quel punto lo seguivano e piedi e notavano che nel piazzale antistante la Basilica di San Vito Salvatore Mattera si avvicinava ad una autovettura che successivamente sarebbe risultata chiusa ed in evidente stato di disuso.

Un atteggiamento troppo sospetto, tanto più che il 40enne di lì a poco riprendeva il ciclomotore, ritornava presso l’abitazione incriminata e poi si portava per l’ennesima volta in località San Vito. Passano alcuni giorni e gli investigatori notano ancora una volta il medesimo modus operandi da parte di Salvatore Mattera. Il quale però stavolta veniva visto mentre armeggiava attorno alla vettura, rimanendo all’interno della stessa per alcuni minuti, prima di chiuderla a chiave. Che ci fosse qualcosa di losco era ormai chiaro ma la svolta arriva proprio nella serata di giovedì. I carabinieri notano il foriano uscire dall’abitazione dei coniugi napoletani e raggiungere ancora una volta quella Fiat Mutipla, alla quale si accosta dopo aver lasciato il proprio ciclomotore acceso: a quel punto apre la macchina guardandosi intorno e preleva da sotto il sedile qualcosa che si infila all’interno del giubbotto. In quel momento gli uomini del Nucleo Operativo Radiomobile, coordinati dal luogotenente Sergio De Luca, bloccavano Salvatore Mattera che veniva trovato in possesso di un borsello di colore nero al cui interno veniva rinvenuto un involucro contenente 14.5 grammi di hashish, un panetto sempre di hashish del peso di 97 grammi, una stecca di hashish di 10.7 grammi avvolta in un tovagliolo di carta  e un bilancino elettronico di precisione. All’interno della vettura, tempestivamente perquisita ed appartenente ad un 38enne napoletano risultato poi assolutamente all’oscuro dei fatti, veniva ritrovato un ulteriore bilancino di precisione identico a quello nella disponibilità di Salvatore Mattera.

A questo punto i militari cominciavano ad avere il fondato sospetto che la casa della coppia partenopea potesse essere un luogo dove veniva inizialmente custodito lo stupefacente ed operavano una perquisizione domiciliare anche in loco. Nello specifico ad essere perquisita era la donna, qui veniva rinvenuto un grammo di hashish consegnato spontaneamente dalla stessa e che era custodito nella tasca di una vestaglia, quattrocento euro in contanti e un attrezzo multiuso con lama intrisa di stupefacente. Salvatore Mattera veniva così dichiarato in arresto con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e nella mattinata di ieri – così come disposto dal sostituto procuratore di turno – veniva tradotto presso il carcere napoletano di Poggioreale. La donna, invece, se l’è cavata con una denuncia in stato di libertà all’autorità giudiziaria.

GAetano Ferrandino

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x