ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Natale a Forio, Nicola Manna: «38 mila euro alla Pro Loco Panza»

di Francesco Castaldi

FORIO – Mancano pochi giorni a Natale, e nel Comune all’ombra del Torrione si respira già aria di festa. C’è tuttavia chi, come Nicola Manna, nutre delle riserve rispetto alle iniziative finanziate dall’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Del Deo. «Nei giorni scorsi – esordisce il referente del movimento politico “Aria Nuova” – ho avuto modo di esprimere le mie perplessità sul programma natalizio, e sulle somme impegnate. Ritengo giusto che il popolo foriano cominci seriamente a prendere visione di quello che viene compiuto con i soldi della comunità. Per questo riproporrò sic et simpliciter la delibera di giunta numero 145 del 2016, con le spese sostenute».

Manna passa dunque ad elencare tutte le manifestazioni e i relativi costi: «Evento “Coro Gospel”: cachet artisti 4.500 euro; Siae 600 euro; vitto e alloggio 800 euro; Evento “Presepe Teatrale”: servizio audio e luci 3.000 euro; noleggio costumi 1.000 euro; rimborso spese scene 2.000 euro; “Natale per i più piccoli”: rimborso per spese agenzia spettacoli 4.000euro; rimborso eventi Palagazebo (che non c’è sino a oggi) 2.000 euro; Evento “Baccalando a Natale” (due spettacoli) 2.000 euro; Evento “Presepe vivente a Panza”: noleggio costumi 1.000 euro; service audio e luci 1.000 euro; Evento “Aspettando la Befana”: rimborso artisti 5.000 euro; service audio e luci 1.000 euro; Siae 600 euro; Evento “Una Luce oltre le stelle”: rimborso spese 1.000 euro; Iva su fatture 6.500 euro; spese di promozione: realizzazione di locandine, manifesti e dépliant illustrativi, promozione a mezzo stampa 2.500 euro. Totale: 38.500 euro. Tale somma è stata data in concessione alla Pro Loco di Panza. Ai cittadini foriani l’onore e l’onere di valutare l’operato di questa amministrazione».

«Il periodo di festività natalizia – spiega Nicola Manna – è spesso coinciso con la tradizionale esposizione del pescato, ossia la cosiddetta “assise e pisc”. Se si sfoglia il programma natalizio foriano, si noterà che con orgoglio viene fatto sfoggio di questa tradizione. Io sono onorato di questa attenzione per la categoria dei pescatori. È un giusto riconoscimento per un settore troppo spesso vittima di abbandono e trascuratezza. Per motivi burocratici, e io aggiungo, per un clima confuso all’interno di questa maggioranza, l’anno scorso i foriani sono stati privati di questo evento caratteristico, importante anche ai fini turistici. Oggi – prosegue Manna – vengono dispensate somme dal bilancio dell’ente per organizzare manifestazioni che esaltano un prodotto molto in voga nei periodi natalizi, il baccalà. È giusto far conoscere pietanze, e prodotti, protagonisti della nostra cultura gastronomica, ma è stato un errore non tenere in considerazione la categoria dei pescatori e dei venditori di prodotti ittici foriani, che stanno soffrendo oltre misura la crisi economica globale, ma anche la mancanza di programmi amministrativi che consentano una ripresa economica del territorio foriano. Colgo l’occasione – chiosa Nicola Manna – per formulare ai miei concittadini foriani, gli auguri per un sereno Natale, e un proficuo e felice anno nuovo».

Ads

Articoli Correlati

Back to top button