Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Natale a Ischia e l’isola dei presepi viventi

Di Isabella Puca

Foto Nicola Migliaccio

Ischia- Campagnano è in fermento per quella che sarà la tredicesima edizione del suo Presepe Vivente, uno degli eventi senz’altro più attesi del Natale ischitano. L’appuntamento è per domani, martedì 29 dicembre quando, dalle 16:00 alle 22:00, la ridente collina a picco sul Castello Aragonese si riempirà di vita calando un intero paese in un’atmosfera davvero unica e surreale. Sarà la partenza dei Re Magi a dare il via all’azione che vedrà, quest’anno, più di 250 figuranti. Di fatti, come gli altri anni, chi approderà a Campagnano si ritroverà a essere parte integrante di una scena che, da ben tredici, anni incanta grandi e piccini che con forte entusiasmo si recano nel borgo. 10401919_122204564820460_7235530142363911367_nDal parcheggio dello Stadio Enzo Mazzella partiranno le navette messe gentilmente a disposizione da Imperatore Travel che porteranno fin su in collina tutti gli avventori. Per tutto il borgo i cittadini di Campagnano insceneranno gli antichi mestieri tipici del luogo, conducendo il visitatore in un percorso ricco di fascino e di storica suggestione. Si potranno assaggiare, inoltre, prodotti dell’antica tradizione locale rendendo ancora più caratteristica e piacevole l’intera scena. Mercoledì 30 dicembre, invece, torna  a Forio, dopo il successo dello scorso anno, la seconda edizione del “Presepe Teatrale” nato da un’idea di Gaetano Maschio che vedrà la  collaborazione e la regia di Eduardo Cocciardo.10294419_122208614820055_4574720774712631417_n Il tutto si svolgerà in via Torrione, nel pieno centro storico di Forio dove si rinnoverà l’antica rappresentazione del presepe napoletano, in cui fede, tradizione e arte scenica ricreeranno gli eventi legati alla nascita di Gesù in uno spettacolo teatrale recitato del tutto originale rispetto al classico presepe vivente. Gli spettatori seguiranno un percorso caratterizzato da scene teatrali in costumi d’epoca che vedranno protagoniste varie associazioni operanti sul territorio. Il percorso avrà inizio all’imbocco di via Torrione, lungo corso Francesco Regine (nei pressi della fontana) e si concluderà in via Marina. Le scene saranno ripetute ogni 20 minuti circa, dalle ore 16.00 alle ore 19.30, onde permettere agli spettatori, riuniti in piccoli gruppi ed accompagnati da apposite guide, di godere appieno dello spettacolo. Il percorso teatrale si articolerà secondo il seguente itinerario: Il Censimento che avrà luogo – associazione Vicoli Saraceni, La Cantina – Pro Loco Panza d’Ischia, Il mercato e la piazza – Associazione Actus Tragicus – Forio, Il Palazzo di Erode – Associazione Carucce, La villa di Lenone – Compagnia Instabile del Torrione, La Locanda – Accademia dei Ragazzi, La Natività. Seguirà al termine del percorso un punto di ristoro. 1748_122210964819820_6495712474860354421_nSabato e domenica scorsa è stato invece il centro di Panza al centro della scena con la IV edizione del suo “Presepe Vivente” organizzato quest’anno  dalla Parrocchia di San Leonardo e dalla Pro Loco Panza. La rappresentazione figurata della natività ha avuto luogo nell’antico borgo di via San Gennaro e ha avuto un bel successo di pubblico. Anche qui sono stati tanti i figuranti che si sono prestati a prendere parte a una delle scene più rappresentate della storia di tutto il mondo facendo rivivere una piccola Betlemme in quel di Panza. Tra Campagnano, Panza e Forio, Ischia, quindi, sembra essere l’isola dei presepi viventi, ma ben vengano questi eventi se, al di là della messa in scena, ritroviamo cooperazione e spirito di squadra. È questa l’isola che ci piace, quella di cittadini che si mettono insieme per realizzare qualcosa per l’intera isola.

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x