Statistiche
ARCHIVIO 4

Il Natale solidale della Catena Alimentare Casamicciola

di Isabella Puca

Casamicciola – Sorrisi, un caldo abbraccio, una busta piena di derrate alimentari, un panettone. E’ questo il dono che la Catena Alimentare Casamicciola ha offerto per il Natale appena trascorso. L’Associazione, nata senza scopo di lucro, ormai due anni fa, continua a operare per il bene della comunità, quella meno fortunata che, a fine mese, non riesce più neppure a mangiare. Giovedì scorso, Franco, Imma, Lucia, Lidia, Maria e Riccardo, con la supervisione di Nunzia, hanno consegnato ben 65 spese ad altrettante famiglie, dando il pranzo di Natale, e non solo, a 230 bisognosi dell’isola. «Grazie agli aiuti di alcuni amici della Catena Alimentare – ha dichiarato Franco –  abbiamo consegnato panettoni,  olio di oliva, zucchero, caffè, legumi, pasta, biscotti e latte. Questa settimana chiuderemo con l’ultima spesa del 2017 e poi inizieremo a organizzarci per l’Epifania così da donare giocattoli ai bambini». Sono tre anni ormai che per tradizione i bambini della Catena Alimentare ricevono in dono dei giocattoli; i bambini sono circa 50 e si chiedono per loro giocattoli nuovi o in buone condizioni per donare, oltre che del cibo, un sorriso in più. Tutti possono dare una mano e donare qualcosa recandosi giovedì 28 nella sede dell’Associazione sita in via Elena, vicino alla gioielleria De Luise a Casamicciola,  dalle 10:00 alle 11.30 e dalle 15:00 alle 17:00 oppure può contattare Franco al numero 3662o61251. Tra i doni che verranno consegnati quest’anno ce n’è uno speciale. SI tratta di una bicicletta che la piccola Adriana ha voluto regalare, insieme ad altri suoi giocattoli, a qualche bimbo meno fortunato di lei che, con il sisma, ha perso ogni cosa. Ancora una volta un gesto davvero significativo e una lezione che arriva dritta al cuore dai piccoli di casa, come quella volta che Jacopo lì a Ginevra, ha  deciso di vendere tutti i suoi giocattoli in un mercato all’ aperto, che si svolge ogni mese nel suo quartiere, dove tutti possono vendere di tutto racimolando 500 euro da destinare agli sfollati di Casamicciola e Lacco Ameno.  «Rispetto alla settimana scorsa – ha aggiunto Franco – che consegnammo  42 spese,  c’ è stato un incremento di 23 famiglie e si prevede un aumento soprattutto tra quelli che hanno perso casa e lavoro e si rivolgeranno a noi nelle prossime settimane. Anche a costo di sembrare noioso – ha continuato Franco – voglio solo ricordare che facciamo tutto questo da  volontari e quindi a titolo completamente gratuito, senza sovvenzionamenti, ma solo con l’ aiuto di persone che credono in quello che facciamo e ci danno la loro fiducia». Sono stati tanti, ma mai abbastanza, quelli che nei giorni scorsi hanno consegnato alla Catena Alimentare Casamicciola generi alimentari di tutti tipi, dai panettoni, ai biscotti, passando per pasta, legumi e tanto altro. Tra i tanti gli alunni della scuola Primaria dell’istituto E. Ibsen di Casamicciola Terme e quelli della scuola media Scotti e l’Atelier delle dolcezze che ha donato i proventi delle vendite delle opere di Matthew Watkins, che ha esposto nella mostra dal tiolo “On the road with Santa”  lì a Piazza degli Eroi; ciascuno, nel suo piccolo ha fatto la propria parte donando qualcosa da mettere in tavola a chi è meno fortunato. «Voglio ringraziare innanzitutto Nunzia – ha concluso Franco – che malgrado le sue non buone condizioni di salute è  sempre in prima linea poi i preziosi collaboratori della Catena Alimentare Casamicciola, Maria, Imma, Lucia, Lidia, Maria e Riccardo siamo pochi, ma cerchiamo di fare del nostro meglio»

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x