Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Nessuna paura, il covid è sotto controllo

Cresce di poco il numero di positivi sull’isola, sono 334 quelli attuali rispetto ai 302 di sette giorni fa, ma perché è più basso il numero di guariti. A fare ben sperare il trend in calo dei contagi, cresce leggermente quello dei ricoveri ma non spaventa

Un nuovo aggiornamento dell’Associazione Ingegneri Ischia evidenzia un leggero aumento del numero di attuali positivi sull’isola d’Ischia. La scorsa settimana erano 302, al 1 settembre sono invece 334 in totale: 126 a Forio (il comune più colpito), 84 a Ischia, 55 a Barano, 44 a Casamicciola, 18 Lacco Ameno e 7 a Serrara Fontana. Un aumento di 32 unità nel numero di attuali positivi che però non spaventa. Andando ad approfondire i dati, infatti, si scopre che in realtà l’andamento dei nuovi casi è in discesa rispetto alle ultime settimane.

Nell’ultima settimana, sono stati registrati 103 nuovi casi, mentre in quella precedente erano stati 134. A fare la differenza tra i due periodi sono i guariti, che due settimane fa sono stati tanti (99), mentre nell’ultima settimana sono stati 70. Da questa differenza deriva quindi un numero di attuali positivi sicuramente più alto, ma il trend dei nuovi casi positivi in sette giorni mostra un calo che fa ben sperare. Già dalla prossima settimana potrebbe esserci un nuovo boom di guariti che porterebbe ad una diminuzione del numero di attuali positivi. Quello che è certo, come avevamo raccontato già la scorsa settimana, è che il contagio ha subito una brusca frenata rispetto al preoccupante andamento delle settimane di fine luglio e inizio agosto. L’isola ha subito evidentemente la forte presenza di turisti e oggi, con il controesodo, restano solo i postumi di una situazione che in certi momenti appariva davvero drammatica. Il peggio potrebbe essere passato, ma è ancora presto per avere certezze e un momento importante sarà sicuramente quello della riapertura delle scuole.

All’Ospedale Rizzoli si registra un leggero aumento. I ricoverati sono passati da sei a otto, ma la situazione resta comunque gestibile al netto delle problematiche che stanno riguardando il personale sanitario, tra cui pure si registrano casi positivi con tutto ciò che ne consegue per la riduzione degli operatori sanitari disponibili in un momento sicuramente delicato. Nell’ultima settimana è stato poi registrato un nuovo decesso che si aggiunge ai tre della settimana di ferragosto e ai due anziani di Villa Joseph. L’ultima vittima, 81 anni, aveva gravi patologie e neanche il vaccino e il ricovero in terapia intensiva sono bastati per salvarlo. Si è trattato della 34esima vittima isolana da quando ha avuto inizio la pandemia. Degli otto attuali ricoverati, nessuno risulta essere in terapia intensiva. Ad ogni modo è evidente che la quarta ondata porti con sé numeri senza precedenti che, senza la campagna vaccinale, sarebbero stati anche peggiori. Ad oggi, in un mese e mezzo si sono avuti ben 616 casi. La discriminante continua ad essere ovviamente la variante delta. Dal punto di vista della vaccinazione, infine, Ischia è attualmente intorno al 75% di popolazione vaccinata. L’obiettivo resta quello dell’80%, nel piccolo viviamo gli stessi andamenti e quindi anche le stesse esigenze evidenziate su scala nazionale. Continuare a tenere alta l’attenzione, vaccinare il più possibile e rispettare le regole. Così si potrà andare verso una quanto mai necessaria convivenza con il virus per un benessere psichico sì, ma aùnche e soprattutto economico.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Rossy

Il covid è sotto controllo? Previsioni,previsioni ma come si fa a dire una cosa simile? Nemmeno il Padreterno lo sa. Anzi da lassù ci guarda, non può logicamente intervenire ma di sicuro notando che non si seguono le regole dettate dirà, benvistà.

Controllare Anche
Close
Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex