ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Not special need, just human need: anche ischia ha aderito alla giornata mondiale della Sindrome di Down

Ischia. Not special need, just human need. É questo il motto della Giornata Mondiale della sindrome di Down, celebrata ieri in tutto il mondo. Nata nel 2006, è riconosciuta e proclamata ufficialmente nel 2011 dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite, la ricorrenza ha l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale delle persone affette da trisomia ventuno. Non a caso, infatti, la scelta per l’istituzione della giornata mondiale è ricaduta proprio sul 21 Marzo, al fine di indicare l’unicità della triplicazione del cromosoma ventuno che è causa della sindrome. Il tema principale della giornata, come si intuisce già dallo stesso motto, è quello di sfatare la convinzione comune, secondo la quale le persone affette da sindrome di down necessitino di bisogni speciali, ma piuttosto di bisogni puramente umani, come lavorare, studiare, avere delle opportunità ed essere ascoltati. Mentre ieri, quindi, nelle sedi Onu di New York e Ginevra si sono svolte due importanti conferenze internazionali sul tema con interventi di persone affette dalla trisomia 21 per esprimere e far conoscere le proprie necessità e aspirazioni e, mentre in Italia venivano organizzate iniziative di vario genere, anche la nostra isola, non ha mancato, seppure in piccolo, di fare la sua parte.

In particolare a partecipare moralmente a questa giornata internazionale, è stata una delle classi dell’istituto Guglielmo Marconi di Ischia, guidata dalla docente Mena Cuomo che ha voluto dare segno, con i suoi alunni, della propria adesione, attraverso la Socks Battle.Tale iniziativa che, in italiano significa “battaglia dei calzini”, e promossa dalla fondazione Jerome Leujene dalla World Youth Alliance, consiste nell’indossare calzini o scarpe spaiate con l’obiettivo di lanciare l’importante messaggio che la diversità è normalità. «Indossare calzini spaiati – spiegarono nel 2015 gli organizzatori dell’iniziativa – è un modo divertente e semplice per convincere la gente e riflettere sulle differenze».  E così, i giovani alunni della classe dell’infanzia, per la giornata di ieri, si sono recati a scuola con calzini di diverso colore che hanno sfoggiato con orgoglio durante le ore di lezione. Ciò, ovviamente, è stato possibile anche grazie all’adesione dei genitori degli stessi che si sono prestati a far indossare ai propri figli i calzini spagliati. Ai bambini è, inoltre stato spiegato, nella limiti della loro comprensione il significato della giornata per imparare che la diversità è una ricchezza e non una limitazione. La classe ,unica tra l’altro in tutto circolo, ha dato così un segno tangibile della propria partecipazione morale alla World Syndrome of Down. É stata, però la mancata partecipazione da parte delle restanti classi del Circolo ad aver suscitato perplessità. Nell’ambito del territorio isolano, infatti, non mancano ragazzi affetti da trisomia ventuno e una più larga partecipazione  non solo da parte del Marconi ma anche degli altri istituiti dell’isola alla giornata mondiale  della sindrome di down avrebbe rappresentato certamente un momento formativo importante.

«Oggi rispetto a dieci anni fa – commenta una docente del Marconi che preferisce restare anonima – sul nostro territorio le persone affette da sindrome di Down sono diminuite. Tuttavia le istituzioni locali e regionali dovrebbero maggiormente impegnarsi per garantire un aiuto concreto a questi ragazzi e alle loro famiglie. Ancora oggi, infatti, accade che quando  ragazzi con sindrome di down finiscono la scuola, sono lasciati a se stessi  da chi di competenza senza l’opportunità di potersi veramente inserire adeguatamente nella società. Anche Ischia, in fondo, sotto certi aspetti, è ancora ben lontana dal garantire concretamente l’inclusione a queste persone». L’auspicio, insomma, è che l’iniziativa della Cuomo sia da esempio a tutti e che in futuro non troppo lontano Ischia riesca a garantire una piena inclusione alle persone affette da sindrome di Down.

Sara Mattera

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex