Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

“Notti Ischitane e l’insegnante speciale”, il romanzo di un pugliese innamorato dell’isola

Arcangelo De Chirico ha ambientato il suo libro nel posto che più ama. I proventi delle vendite saranno donati alle associazioni di volontariato che tutelano i diritti dei diversamente abili

Un pugliese innamorato dell’isola di Ischia. Così si definisce Arcangelo De Chirico che ha dedicato all’isola verde il suo romanzo “Notti Ischitane e l’insegnante speciale” edito della PlaceBook e disponibile su Amazon, Giuntialpunto, PlaceBook. Il romanzo è il racconto d’amore di Claudio, un uomo che ho conosciuto sul treno da Pescara a Torino. L’amore è un tema importante nella vita, forse il più importante «ed è per questo – ci racconta l’autore – che ho deciso di raccontare la sua storia. Cos’è l’amore? L’amore è la condivisione della vita assieme, l’amore è sognare in due, abituarsi alla vita comune, condividere le più piccole cose quotidiane, invecchiare insieme, accarezzarsi con le mani tremolanti, guardare le foto della propria storia, essere felici per quanta forza è costato questo immenso sentimento».

Claudio e Kitty Capatost sono i protagonisti del romanzo. Sull’isola c’è già la ‘caccia’ ai personaggi reali. L’autore frena: «Non ne rivelo l’identità»

Claudio vive la sua vita ogni giorno come viene, ma è sempre alla ricerca della Donna, perché ha avuto tante avventure estive e non, ma mai un amore vero. Il libro può sembrare una raccolta di pagine di diario, ma ciò è dovuto per giustificare il suo percorso di vita.

Durante il racconto, infatti, Claudio non si sofferma dettagliatamente sulle sue avventure pregresse, ritenendole di scarso valore. Claudio racconta in maniera minuziosa, capillare l’unica sua storia d’amore vero, quella con Kitty Capatost. Quella Donna, quell’amore gli hanno cambiato la vita. Claudio, infatti, chiude in maniera netta con il passato e inizia una nuova vita, anzi per lui inizia la vita. Per lui ora l’amore è diventato poesia, non è più solo sesso, rispetta tantissimo quella donna acculturata, sensuale, dinamica, intelligente e molto bella. La loro storia è un continuo punzecchiarsi e, allo stesso tempo, sognare un futuro insieme. «Il mio libro – racconta Arcangelo De Chirico – è scritto in maniera leggera, per arrivare a tutti. Spero di aver dato una goccia di contributo in un mare, affinché tanti, specie i giovani, valorizzino l’amore, da tanti bistrattato. Sento parlare tanto, spesso, di solitudine, e No, ragazzi la solitudine fa MALE. L’amore è l’unica cosa che ci rende unici, meravigliosi, infatti, Claudio l’ha cercato tutta la vita. Questo è il messaggio che vorrei portare e il motivo per il quale ho scritto il libro “Notti Ischitane e l’insegnate speciale”».

«Il mio libro – racconta Arcangelo De Chirico – è scritto in maniera leggera, per arrivare a tutti. Spero di aver dato una goccia di contributo in un mare, affinché tanti, specie i giovani, valorizzino l’amore, da tanti bistrattato»

Ads

Claudio ama vivere la vita e ha capito subito che il modo migliore per viverla è credere nei sogni. Così si è sempre impegnato per raggiungere quella meta tanto ambita, incessantemente desiderata, immaginata, voluta, cercata. Dopo tante peripezie il destino ha riservato, per lui, una vera e propria rivoluzione. Quando, infatti, sta per affermare la sua convinzione che “nella vita chi cerca trova” si è ritrovato in un mondo diverso da quello che aveva sempre sognato.

Ads

La sua fantasia vuole superare la realtà, ma adesso il mondo è cambiato e si deve adattare a questa vita piena di imperfezioni. Vuole continuare a sognare insieme alla sua Donna, ovunque vada, ma i sogni fatti da ragazzo, da grandi diventano pragmatici. La Donna che ha immaginato non esiste, ma, Claudio, è così ossessionato dal suo sogno da cercare quella Donna per tutta la vita. Sull’isola in tanti stanno cercando di identificare Claudio e Kitty Capatost ma Arcangelo non ne vuole rivelare l’identità «qualora esistessero realmente». «Ho conosciuto l’isola sei anni fa e non ne posso più fare a meno», ci conferma l’autore. «Me ne sono innamorato tanto da ambientare a Ischia il mio romanzo e raccontando, all’interno della narrazione, anche le tante leggende che riguardano l’isola».

Arcangelo De Chirico, Covid permettendo, vuole organizzare una presentazione del libro ad Ischia, «coinvolgendo le associazioni di volontariato, in particolare per i diversamente abili, sul territorio, per avviare un percorso di aiuto e sostegno, grazie ai proventi del libro che donerò loro»

Arcangelo De Chirico, Covid permettendo, vuole organizzare una presentazione del libro ad Ischia, «coinvolgendo le associazioni di volontariato, in particolare per i diversamente abili, sul territorio, per avviare un percorso di aiuto e sostegno, grazie ai proventi del libro che donerò loro».

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x