CULTURA & SOCIETA'

“Nu vico mmiez’ o mare”, la musica protagonista a Ischia Ponte

Stasera a partire dalle ore 22.30 Romolo Bianco apre la kermesse “La Filosofia, il Castello e la Torre”: sul ponte gli aforismi creati dai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori dell’isola d’Ischia

9 / 100

Nell’ambito del Festival di filosofia, presentato ieri in conferenza stampa (ampio servizio in altra parte del giornale), stasera 5 settembre sul piccolo piazzale antistante al Castello Aragonese, alle ore 22 e 30, l’associazione culturale InSophia e il Forum Giovani di Ischia, insieme al Comune d’Ischia e alle istituzioni che patrocinano l’evento, presentano l’inaugurazione della campagna di sensibilizzazione del Festival “Confessioni”, alla quinta edizione.Sul ponte che conduce al Castello saranno affissi i cartelli con gli aforismi creati dai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori dell’isola d’Ischia.

Si apre così Settembre, il mese del senso civico che offre il suo messaggio in modo inconsueto e romantico.Sarà il poliedrico artista Romolo Bianco a farsi voce di racconti e di suggestioni che incontrano la nostra realtà, anche in modo critico, seguendo il fil rouge del concetto di accoglienza.Il pontile, visto metaforicamente come un vicolo in mezzo al mare, sarà per una sera teatro di una riflessione cantata e partecipata, tutta dedicata al popolo ischitano a Ischia e a Napoli. “Ci incontreremo alle 22 e 30 sotto al Castello, offriremo un bicchiere di vino e del pane e pomodoro, cibo semplice e tradizionale della famiglia, della nostra realtà isolana. A tal proposito invitiamo i partecipanti a portare il proprio bicchiere di vetro, per evitare inutili sprechi di plastica o materiale inquinante. Un bicchiere, un telo e la voglia di ascoltare racconti di canzoni umane, pretesti di poesia che svelano amore per la terra in cui viviamo, sul vicolo in mezzo al mare. Rigorosamente acustico, senza alcuna amplificazione, con tante candele che illuminano un luogo eccezionale e il cuore di chi sa ascoltare”. Questo l’invito all’evento che apre un lungo mese di talk ed eventi. Romolo Bianco, cantante, attore e scrittore napoletano, ha esordito giovanissimo con Mario Scarpetta, legandosi quindi alla tradizione del teatro popolare, e in particolar modo al lavoro di recupero delle canzoni classiche napoletane.Nel 2005 inizia a collaborare con Peppe Lanzetta, portando in scena diversi spettacoli.Ha curato una nota rubrica per il quotidiano «Il Roma» sulla canzone classica napoletana e ha già al suo attivo un album, Always by Napoli, distribuito in Italia, Germania e Stati Uniti.

Nel 2016 pubblica con la casa editrice PirontiIodipiù, romanzo ambientato nella periferia napoletana. Vincitore del Premio Letizia Isaia per il Prestigio Professionale (2016).Ama Napoli, Ischia e le sue origini culturali, facendosene ambasciatore in tutto il mondo. Organizzato dall’associazione culturale Insophia, l’isola verde rilancia il marchio “Eticit(t)à” con una serie di campagne volte alla sensibilizzazione sociale. Laboratori e attività ludiche e sportive, live act e sedute di yoga per dare la possibilità ai cittadini, come spiega il direttore scientifico del Festival, Raffaele Mirelli, “di dar forma alla loro voce interiore e a quella coscienza etica che si realizza nell’osservare i comportamenti quotidiani che disegnano la città come nucleo di attività comunitaria e politica”. Intenso il calendario delle attività, organizzato con le forze del Giovani Forum di Ischia, che abbracciano quattro domeniche nella grande zona pedonale di Ischia. Domenica 8 settembre lo yoga irrompe al piazzale delle Alghe di Ischia Ponte trasformando, dalle 18, un parcheggio in un prato pieno di prodotti dell’orto. Con la community della Borsa Verde 3.0 i partecipanti potranno, dalle 18, scambiare ortaggi con una lezione di yoga urbano.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex