Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Turismo, Bazzoli: «Numeri buoni, ma urge un ufficio turistico centralizzato»

In merito ai risultati conseguiti sull’isola d’Ischia relativi alle presenze turistiche nel periodo natalizio, l’albergatore ischitano Luciano Bazzoli interviene tracciando un bilancio e spiegando come muoversi in prospettiva futura: «Siamo abbastanza soddisfatti. Noi, così come altri colleghi albergatori, abbiamo puntato molto sulla qualità, ricevendo un buon riscontro. Non abbiamo avuto il tutto esaurito, ma comunque un’ottima occupazione con un rapporto qualità/prezzo che ha risposto adeguatamente alle nostre aspettative. Il soggiorno medio è stato di quattro giorni, a fronte dei classici tre giorni di soggiorno in corrispondenza del Capodanno. Certo, un po’ di rammarico c’è: noi chiudiamo oggi, dopo essere stati aperti dal 27 dicembre. Purtroppo il freddo di questi ultimi giorni non ci ha consentito di poter valorizzare al meglio il lungo weekend dell’Epifania: inizialmente abbiamo registrato alcune prenotazioni, poi si sono diffuse le previsioni meteo del gelo in arrivo e la tendenza si è arrestata. In ogni caso il bilancio generale è positivo. Per quanto riguarda il cartellone degli eventi messi in campo, secondo me è stato valido. L’unico problema, e qui mettiamo il dito nella piaga, è la necessità di un maggior coordinamento. Non basta esporre sul banco della reception esporre quattro diverse liste di programmi, anzi, in tal modo il turista non riesce a capire con immediatezza né a organizzarsi per partecipare agli eventi. Lo diciamo ormai da anni, e lo abbiamo ripetuto più volte negli ultimi mesi: auspichiamo che nel 2017 possa avviarsi fattivamente questo processo di marketing territoriale con un coordinamento unitario dell’isola, magari tramite un’unione di Comuni. L’associazione albergatori ha presentato un proprio progetto in tal senso, che prevede la costituzione di un ufficio centralizzato, anche con la collaborazione dell’Associazione Commercianti; speriamo che tale progetto possa essere recepito per affrontare il nuovo anno all’insegna di un’effettiva programmazione. Ritengo che Ischia sia migliorata molto, ma con un reale coordinamento potremmo ottenere un valore aggiunto che ci farebbe ottimizzare le nostre performances, specialmente a livello di comunicazione esterna. In un mercato sempre più dinamico e iperconnesso, il coordinamento diventa un elemento strategico. Bisogna adeguarsi in tempo reale al mercato. Se un imprenditore riesce a scegliere i tempi giusti, può vendere tempestivamente il proprio prodotto ottimizzando anche i prezzi».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x