CULTURA & SOCIETA'

Oggi l’ultimo appuntamento col progetto dell’archeologa Mariangela Catuogno per la conoscenza dei luoghi patrimonio di Lacco Ameno: passeggiate nel centro del paese con “LaccOnArt. Ti porto io”

LACCO AMENO NEL SEGNO DELL’ARCHEOLOGIA IL COMMENTO DELL’ARCHEOLOGA MARIANGELA CATUOGNO: «Stavolta– spiega la Catuogno - ci interessa raccontare com’è cambiata la fisionomia di Lacco Ameno descrivendone l’orografia in epoca antica, come si sviluppavano l’insediamento greco e quello romano, con riferimenti anche al Neolitico e all’Età del Bronzo, fino ad arrivare al Tardo Antico. Tutto attraverso una documentazione archeologica di grandissimo interesse»

Sul fronte della cultura nell’ isola d’Ischia imperversano le donne che sono sempre più determinanti e protagoniste. Mariangela Catuogno, Carla Tufano, Alessandra Vuoso,Lucia AnnicellI, Caterina Mazzella, Lina Tufano, Ylenia Pilato,Mariangela Calise, Carmen Criscuolo, Ernesta Mazzella, Angela Impagliazzo, Angela Cimmino Bottiglieri, Odilia Telese, Anna D’Amico rappresentano tutto un mondo dipinto di rosa pronte svelare l’ atro volto dell’ isola verde scoprendo sul territorio antichi segreti e personaggi che hanno fatto la storia. L’Archeologa Mariangela Catuogno a Lacco Ameno è la ideatrice e presentatirice di una encomiabile iniziativa culturale per la conoscenza del territgprio la cuoi sigla” LaccOnart Ti accompagno Io”, è quanto dire, Con l’itinerario che racconterà il paesaggio e la storia antica di Lacco Ameno attraverso il suo patrimonio archeologico si chiude oggi venerdì 28 giugno il ciclo di appuntamenti “LaccOnArt. Ti porto io”. E’ stata un’esperienza felice, che ha visto la partecipazione di tanti curiosi, visitatori e cittadini, i quali nei precedenti itinerari, da quello architettonico o sui beni immateriali, hanno scoperto aspetti del territorio che ignoravano o a cui prestavano ben poca attenzione. L’iniziativa, organizzata dal Comune di Lacco Ameno e a cura dell’archeologa Mariangela Catuogno, ha abbinato la conoscenza dei luoghi, del patrimonio storico, architettonico e culturale, con passeggiate nel centro e trasferimenti gratuiti con mezzi di trasporto elettrico. L’ultima occasione per gli interessati di aprire il portale tra il paesaggio del passato e quello attuale attraverso le sue evidenze archeologiche più significative, è farsi trovare venerdì’ prossimo alle ore 18:00 in Piazza Girardi (Capitello) per l’ultimo percorso previsto dal progetto.  

«Stavolta– spiega la Catuogno – ci interessa raccontare com’è cambiata la fisionomia di Lacco Ameno descrivendone l’orografia in epoca antica, come si sviluppavano l’insediamento greco e quello romano, con riferimenti anche al Neolitico e all’Età del Bronzo, fino ad arrivare al Tardo Antico. Tutto attraverso una documentazione archeologica di grandissimo interesse». L’itinerario prevede una passeggiata lungo Corso Angelo Rizzoli e l’arrivo in Piazza Santa Restituta, dove attraverso il servizio di navette“LaccOnArt -Ti porto io” sarà possibile per i partecipanti raggiungere il Monte di Vico, con gli inevitabili rimandi all’acropoli di Pithecusae e, oltre l’orizzonte, alla colonia greca di Cuma, e terminare la visita al Museo Pithecusae, polo archeologico dell’isola d’Ischia ospitato dal 1999 a Villa Arbusto. Un viaggio nel tempo e nella rete geografica della cittadina di Lacco Ameno che mette in relazione passato e presente, radici storiche e patrimonio culturale, senso identitario e spirito comunitario.  «LaccOnArt è un nuovo modo di presentare i beni culturali – precisa l’archeologa – non più solo all’interno di un spazio museale, ma partendo dalla rilettura di un museo diffuso che attraversa i luoghi. Luoghi che ci parlano e che stiamo raccontando e racconteremo da un punto di vista archeologico, storico-architettonico e di cultura immateriale. Dal panorama di Monte di Vico, sede dell’antica acropoli, capiremo meglio l’insediamento per nuclei di Pithekoussai e come erano tra loro collegati. Un’area, quella di Monte di Vico che, tra l’altro, continuò ad essere abitata anche in epoca romana, nel tardo Antico e nell’Alto Medioevo».

Sindaco di Lacco Ameno Giacomo Pascale

Una rilettura che diventa un affascinante viaggio nel tempo. «L’approccio storico non può prescindere da epoche diverse dall’Antichità. Penso al Cinquecento, quando si salda il legame con le risorse termali, o il Settecento, che per Lacco Ameno rappresentò un momento importantissimo». «Come cittadino, prima ancora che da Sindaco, sono estremamente soddisfatto per la riuscita del progetto “LacconArt. Ti porto io”» ha commentato il sindaco di Lacco Ameno Giacomo Pascale. «Le navette elettriche che congiungono i principali siti di interesse paesaggistico, architettonico e culturale, si stanno dimostrando importantissime per far conoscere il nostro territorio a tantissimi turisti, risultando utilissime anche per i nostri concittadini che da settimane usufruiscono gratuitamente questo servizio gratuito di mobilità green, per raggiungere le diverse aree del nostro territorio. Non posso che ringraziare Scabec e la Regione Campania, e dunque l’Assessore al turismo Felice Casucci e la dottoressa Rosanna Romano, per aver supportato questo progetto di valorizzazione del nostro territorio, di cui usufruiremo nel tempo. L’auspicio è di accoglierli e ringraziarli personalmente il prossimo 28 giugno in occasione del quarto e ultimo appuntamento di questa iniziativa che vedrà l’archeologa dottoressa Mariangela Catuogno illustrare magistralmente l’itinerario archeologico che racconterà la storia, le radici, l’identità di una terra e della sua comunità». “LaccOnArt. Ti porto io” è realizzato dal Comune di Lacco Ameno grazie a un progetto cofinanziato dallo Stato Italiano e dalla Regione Campania, nell’ambito del POC Campania 2014-2020.
La partecipazione all’itinerario, compresa la visita al Museo archeologico di Pithecusae, è gratuita

Fotoricereca di Giovan Giuseppe Lubrano Fotoreporter

Collaborazione: Gianluca Castagna

Ads

lubranoantonio516@gmail.com

Ads

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex