ARCHIVIO 2ARCHIVIO 5POLITICA

Ottorino Mattera

Riveste il ruolo di presidente del Consiglio Municipale di Ischia. Il breve scambio di idee dell’altro giorno al bar mi fa schierare a favore della tua tesi. Sostenevi che: il Consiglio Comunale determina la politica dell’Ente: il Sindaco e la Giunta ne organizzano l’esecuzione. Se la Giunta non opera bene dopo un certo periodo di tempo si rimescolano le carte. Mi sembra finalmente di vivere in uno dei paesi scandinavi sui quali Bassanini aveva fondata la sua legge sugli Enti locali. Dal tuo dire mi era sembrato di capire che se il Sindaco non dà le deleghe agli assessori si assume lui la responsabilità o meno del successo del suo lavoro.

Mi permetto di suggerire una possibilità in più per il successo della vostra coalizione vincente in queste ultime elezioni amministrative. Come presidente del Consiglio assegna ai singoli consiglieri comunali il compito di affrontare uno dei tanti problemi che assillano il Comune. Dopo il tempo necessario per lo studio il Consigliere incaricato svolge una relazione in Consiglio. Si apre la discussione nella quale intervengono le minoranze esprimendo i loro consigli o le loro critiche e si approva o rigetta lo studio effettuato dal Consigliere.

Che ne pensi, caro Ottorino, di questa specie di democrazia? Io credo che finalmente potremmo misurare le capacità dei singoli consiglieri comunali. Potremmo evitare soprusi di tutti i generi da parte di persone che vorrebbero trarre solo vantaggi personali e eviteremmo di creare il solito ambaradan che tanti danni sta apportando alla collettività. In ultimo chi vieterebbe al Consigliere comunale incaricato di uno studio di chiedere la collaborazione dei 256 cittadini presentatisi alle elezioni di dare il loro contributo? E ciliegina sulla torta… pensa se tu riuscissi a coinvolgere le minoranza a presentare le loro proposte in Consiglio!

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button