Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 5

Parcheggio de La Siena, Miro Iacono: «Un grave errore di cui non si intravede la fine»

Un altro parere sicuramente indicativo è quello di Miro Iacono, i cui surreali e ironici fotomontaggi, famosi in tutto il mondo, hanno spesso immortalato anche il “lago” del cantiere alla Siena: «Passo ogni giorno davanti alla Siena e credo che ormai non ci siano più parole per descrivere la situazione. Il lago che si forma nel cantiere è ormai diventato una barzelletta, ma secondo me la situazione andrebbe approfondita, anche per verificare se esistano eventuali estremi per una denuncia. Ad esempio, bisognerebbe fare chiarezza una volta per tutte sulle tempistiche dell’opera, ma anche sulle possibili conseguenze per l’abitato circostante. Ma al di là di questo resta comunque il danno per Ischia e l’isola intera: è assurdo mantenere uno spettacolo così degradante nel centro del paese. Altra criticità da approfondire è lo smaltimento dell’acqua che si accumula: in queste settimane, col caldo, si forma un acquitrino paludoso a pochi metri da abitazioni e dal transito di pedoni, famiglie, bambini. Sarebbe stato sicuramente meglio lasciare il vecchio parcheggio, magari migliorandolo logisticamente ma anche esteticamente, senza estirpare un vigneto secolare e senza snaturare l’ambiente e l’identità storica del luogo, proprio all’ingresso del borgo antico. Credo che l’intero progetto vada contro l’evoluzione di una mobilità davvero sostenibile. Si dovrebbe investire in trasporti pubblici ecologici, bus piccoli, mezzi elettrici, siamo un’isola del Mediterraneo, non certo Milano Marittima! Il livello dell’acqua sta anche salendo, e prima o poi arriverà a riversarsi all’interno della sala congressi. La problematica è dunque grave, e il danno c’è, enorme. Potrebbero almeno avere la dignità di ammettere di aver sbagliato, e invece nulla».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex