CRONACA

Parcheggio pluripiano, accordo tra Casamicciola e Barano

Il progetto realizzato dall’ingegner Baldino, da realizzarsi presso Piazza Bagni, presenta un importo complessivo di circa 2 milioni e mezzo di euro

Barano e Casamicciola si associano per partecipare al bando ministeriale. Parliamo del bando per l’erogazione di contributi da destinare in investimenti di progetti di rigenerazione urbana, diretti al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale. Come già hanno fatto altri comuni isolani, i due enti si associano per superare il limite minimo di 15mila abitanti fissato dal bando. Il progetto che sarà presentato è quello redatto dall’ingegner Baldino, responsabile dell’Utc di Casamicciola, volto alla “realizzazione di un parcheggio interrato multipiano e alla riqualificazione dell’area sovrastante in località Piazza Bagni”. La giunta del Capricho ha quindi approvato la fattibilità tecnica ed economica del progetto, il cui importo complessivo è pari a circa 2 milioni e mezzo di euro. Barano sarà l’ente capofila per l’iter procedimentale, secondo quanto previsto dalla legge 234/2021 per cui sonoassegnati contributi per investimentinel limite complessivo di 300 milioni di euro per l’anno 2022ai comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti che, informa associata, presentano una popolazione superiore a 15.000abitanti, nel limite massimo di 5 milioni di euro. La domanda saràpresentata dal comune capofila.

Come detto, Barano anche con Forio e Serrara ha stipulato progetti in forma associata, con accordi che si richiamano alla legge 233/2021 che reca disposizioni urgenti per l’attuazione del Pianonazionale di ripresa e resilienza, il quale prevede che “al fine di favorire una migliore inclusione socialeriducendo l’emarginazione e le situazioni di degrado sociale, promuovere la rigenerazione urbanaattraverso il recupero, la ristrutturazione e la rifunzionalizzazione ecosostenibile delle strutture edilizie edelle aree pubbliche, l’efficientamento energetico e idrico degli edifici e la riduzione del consumo di suoloanche attraverso operazioni di demolizione e ricostruzione finalizzate alla riduzionedell’impermeabilizzazione del suolo già consumato con modifica di sagome e impianti urbanistici, nonchésostenere progetti legati alle smartcities, con particolare riferimento ai trasporti ed al consumo energetico,sono assegnate risorse alle città metropolitane, in attuazione della linea progettuale «Piani Integrati ‐ M5C2‐ Investimento 2.2 » nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza, per un ammontare complessivopari a 2.493,79 milioni di euro per il periodo 2022‐2026, nel limite massimo di 125,75 milioni di euro perl’anno 2022, di 125,75 milioni di euro per l’anno 2023, di 632,65 milioni di euro per l’anno 2024, di 855,12milioni di euro per l’anno 2025 e di 754,52 milioni di euro per l’anno 2026”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex