CRONACAPRIMO PIANO

Parcheggio Siena, e accesso agli atti sia

Il responsabile di settore ing. Franco Fermo risponde positivamente ad una richiesta formulata dall’avv. Bruno Molinaro per conto di dodici cittadini che avevano innescato un “braccio di ferro” contro l’amministrazione comunale e chi esegue i lavori. Tutta la soddisfazione (e i ringraziamenti di rito) dei vincitori

Arriva una svolta significativa, che ha un valore non soltanto pratico ma anche simbolico, il lungo braccio di ferro instauratosi tra un gruppo di cittadini ischitani e il Comune di Ischia, con i primi che in sintesi chiedevano l’accesso agli atti inerenti la realizzazione del nuovo parcheggio della Siena all’ingresso a Ischia Ponte, opera che va avanti da ormai otto anni ma che non riesce a vedere la sua conclusione. Un vero e proprio muro contro muro che però adesso vede l’ente di via Iasolino acconsentire alle richieste che erano più volte pervenute e questo grazie anche all’azione portata avanti dagli avvocati Bruno Molinaro e Gianpaolo Buono. Il responsabile di settore Franco Fermo ha infatti trasmesso una nota ai dodici cittadini che avevano fatto la richiesta di accesso agli atti ma anche ad AD Progetti e Turistica Villa Miramare (la società che fa capo proprio all’avvocato Santaroni) avente un oggetto chiaro ed inequivocabile: “Richiesta di ostensione ai sensi del D.Lgs. n° 195/2005 nonché di accesso civico generalizzato ai sensi del D.Lgs. n° 33/2013 modificato dal D.Lgs. n° 97/2016. Comunicazione ai sensi dell’art.5 c.6 del D.Lgs. n° 33/2013 modif. dall’art. 6, comma 1, D.Lgs. n° 97/2016”.

Nel testo l’ingegnere Fermo scrive quanto segue: “Visto la nota acquisita al protocollo generale del Comune di Ischia in data 09.08.2021 al n° 28748, a firma dell’Avv. Lorenzo Bruno Molinaro, in nome e per conto dei sig.ri Vuoso Giovan Giuseppe, Borgogna Francesco, Mattera Nicola, Cuomo Giuseppe, Di Meglio Luciano, Calicchio Adriano, Marino Raffaele, Mattera Giuseppina, Cuomo Salvatore, Lamonica Nicola, Mazzella Giuseppe e Punzo Alessandra, con la quale, in riferimento ai lavori in corso alla località Siena, si avanza richiesta di copia ‘…dei permessi di costruire (corredati degli elaborati grafici, relazioni, ecc.) e delle autorizzazioni paesaggistiche eventualmente rilasciati in favore della committente, ovvero della società La Turistica Villa Miramare S.p.A.…’, il tutto ai sensi del D.Lgs. n° 195/2005, nonché accesso civico generalizzato ai sensi del D.Lgs. n° 33/2013, come modificato dal D.Lgs. n° 97/2016; si comunica che la S.V. potrà prendere visione ed estrarre copia degli atti richiesti presso lo Sportello Unico per l’Edilizia previo appuntamento mediante utilizzo del canale telematico ufficiale del Comune”. Insomma, missione compiuta, tutti gli atti potranno essere visionati e fotocopiati, compresi quelli attinenti gli elaborati progettuali che erano stati oggetto anche di un articolato botta e risposta su Il Golfo tra l’architetto Pino Mattera e il nostro opinionista Franco Borgogna. Che, ad onor del vero, hanno rappresentato la “sintesi” di una divergenza di vedute che si trascinava da tempo. Adesso, però, dal palazzo municipale hanno inteso stoppare questo braccio di ferro, verosimilmente anche per sgomberare il campo da dubbi che ci potesse essere qualcosa di poco chiaro o da nascondere. Si tratta senza dubbio della classica operazione trasparenza, per la serie guardate, visionate e acquisite quello che volete.

E nel pomeriggio, anche a nome dell’intero gruppo di cittadini, è arrivato anche il comunicato di Gianni Vuoso che ovviamente non poteva non contenere risvolti trionfalistici e di chiara e manifesta soddisfazione. Lo scrivente esordisce: “La carica dei 12 cittadini ischitani, con Gianni Vuoso in testa, capitanati dagli avvocati Bruno Molinaro e Gianpaolo Buono, lanciata per conoscere gli atti relativi al Parcheggio della Siena, ha avuto la meglio e si è aggiudicato un primo round nella battaglia intrapresa per conoscere cosa stia succedendo nell’eterno cantiere”. Poi si continua con il commento dell’avvocato Molinaro, dichiarazioni rilasciate subito dopo aver ricevuto la pec del Comune che vi abbiamo riportato in versione integrale. ““Un grosso successo e sinceramente non me l’aspettavo”, ha detto il legale che poi ha voluto trasmettere anche un caloroso messaggio all’ing. Franco Fermo: “Complimenti a te e all’amministrazione per aver preso una decisione che vi fa onore. Tu sei un democratico puro, un funzionario che ha sempre svolto il proprio dovere con rettitudine e con onestà, onore a te e a tutti”.

Poi Vuoso continua la sua esposizione ricordando anche quale è stata nel tempo l’evoluzione degli eventi: “Il gruppo, insieme ai due legali che sin dal primo momento, hanno offerto la loro disponibilità a seguire la vicenda gratuitamente, ha dato incarico all’architetto Adriano Calicchio, uno dei firmatari della richiesta, di visionare gli atti. Poi si vedrà. Soddisfazione è stata espressa ovviamente da tutto il gruppo. Con analoga schiettezza, il Presidente del Comitato ‘Salviamo Ischia Ponte’, che due anni fa presentò la stessa richiesta di accesso agli stessi atti, ha espresso una legittima perplessità: “Non si capisce perché l’accesso che ci è stato negato due anni fa, dallo stesso tecnico e dalla stessa amministrazione, viene dato oggi. Comunque non andiamo oltre e ovviamente, andiamo avanti”. Poi la nota prosegue con i ringraziamenti di rito: “All’unanimità comunque, i dodici firmatari (Gianni Vuoso, Nicola Mattera, Adriano Calicchio, Franco Borgogna, Luciano Di Meglio, Salvatore Cuomo, Alessandra Punzo, Nicola Lamonica, Geppino Cuomo, Giuseppe Mazzella, Raffaele Marino, Giusy Mattera), ringraziano gli avvocati Molinaro e Buono per il loro impegno esemplare, a testimonianza di un profondo senso civile e restano in attesa del lavoro che l’architetto Calicchio saprà svolgere”. Insomma, l’ascia di guerra, adesso, può davvero essere sotterrata. Meglio così.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex