Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Parte dalla scuola la lotta ad alcool e droga

Una lezione sulle sanzioni – amministrative e penali – in cui si potrebbe incorrere nel caso si venisse sorpresi alla guida in stato di ebbrezza o a consumare e cedere droga. Sono stati questi  i due argomenti attorno ai quali è ruotato l’intervento del capitano dei Carabinieri di Ischia e Procida Andrea Centrella, che ieri pomeriggio ha fornito un proprio contribuito nell’ambito di un corso di formazione promosso dall’istituto “Vincenzo Telese”. «Vorrei affrontare con voi due argomenti importanti: uno relativo alla circolazione stradale, l’altro alle droghe. Nessuno vuole fare il moralista – ha esordito Centrella – anche perché ognuno di noi è libero di fare ciò che vuole, però lo spirito di autoconservazione dovrebbe catturare almeno la vostra attenzione».

«Parliamo della guida sotto l’effetto di alcool. Il codice della strada – ha spiegato il capitano Centrella – va ovviamente a regolamentare una miriade di aspetti (tra i quali quello relativo alla strutturazione della cartellonistica) e successivamente va anche a delineare quelli che sono i comportamenti scorretti che vengono sanzionati. Ci sono tre articoli che ci interessano: il 186, il 186 bis e il 187. I primi due riguardano la guida sotto l’influenza di alcool. I neopatentati che guidano, se non vogliono avere sanzioni, non devono bere. Superati i tre anni dal conseguimento della patente, è possibile assumere sostanze alcoliche, ma non si devono superare i limiti stabiliti dalla legge. Per coloro che hanno la patente da più di tre anni esistono due soglie: tra 0,5-0,8 g/l è prevista una sanzione amministrativa, che va a minare la mia patente in maniera molto più leggera; sopra lo 0,8 g/l scatta la sanzione penale, con tutte le conseguenze che potete immaginare».

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex