Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Pascarella vescovo in coabitazione, a Pozzuoli ecco il “rinforzo”

Don Carlo Villano da Aversa approda nella cittadina flegrea: è il nuovo vescovo ausiliare della diocesi puteolana, farà da supporto al monsignore che guida anche quella di Ischia

Don Carlo Villano è stato nominato da Papa Francesco vescovo ausiliare della Diocesi di Pozzuoli. Il pontefice ha accolto così la richiesta del vescovo, Gennaro Pascarella, formulata lo scorso mese di maggio subito dopo l’accorpamento della diocesi flegrea con quella di Ischia. La notizia è stata data dalla Sala stampa vaticana ieri, sabato 3 luglio, alle ore 12.L. A quell’ora, il vescovo della diocesi di Aversa, Mons. Angelo Spinillo si è presentato presso la sala Guitmondo del seminario per annunciare che «la Diocesi di Aversa accoglie con intensa gioia spirituale la decisione del Santo Padre Francesco di nominare Don Carlo Villano a Vescovo Ausiliare di Pozzuoli». «I Sacerdoti ed il popolo dei fedeli della Diocesi di Aversa – ha continuato – ringraziano il Santo Padre Francesco per aver chiamato un sacerdote di questa comunità a servire la Chiesa nella dignità episcopale e, in questa scelta sentono viva la stima e l’affetto del Successore dell’Apostolo Pietro e il suo paterno incoraggiamento a progredire nella fedeltà al Vangelo». Di sentimenti contrasti ha parlato il neo vescovo che ha dichiarato: «Ho accolto con fiducia e molto stupore la chiamata all’episcopato, consapevole dei limiti che accompagnano il mio cammino e che mi fanno sentire così piccolo di fronte alla missione che mi attende». Villano ha anche colto il trait d’union tra le diocesi di Aversa e Pozzuoli quando ha detto: «Sono figlio di una Chiesa che, per una pia tradizione, fa risalire le sue radici alla predicazione di Paolo nel viaggio che da Pozzuoli lo conduceva a Roma. Mi piace pensare che ad entrambe le nostre comunità l’Apostolo voglia ripetere ancora: sono io che vi ho generato in Cristo Gesù mediante il Vangelo». Rivolto al suo nuovo gregge, Villano ha detto: «Oggi mi viene chiesto di dare il mio contributo perché il cammino del Vangelo, con la sua forza di libertà, prosegua e possa raggiungere tutti gli uomini e le donne che vivono in terra flegrea. Farò tesoro della grande ricchezza di esperienze vissute in questi anni nelle comunità parrocchiali, nei movimenti e nelle associazioni ecclesiali, nella partecipazione alla vita della cara diocesi di Aversa, che si è fatta più intesa in questi anni grazie alla fiducia e al coinvolgimento del carissimo Vescovo Angelo». Per quanto riguarda la missione futura, il neo prelato ha specificato: «Mi viene chiesto di vivere il mio ministero episcopale come “ausiliare”, di essere cioè di “aiuto” al nostro Vescovo Gennaro (Pascarella, ndr), chiamato recentemente ad ampliare ulteriormente la generosità feconda del suo servizio, assumendo anche la cura pastorale della Chiesa di Ischia, a cui va ugualmente in questo momento il mio saluto fraterno. Credo che questo mio ministero possa rappresentare un’occasione preziosa per tutta la nostra Chiesa diocesana nel riscoprire la sua vocazione ad essere luogo dell’aiuto vicendevole, accogliendo ancora l’invito dell’Apostolo Paolo: portate i pesi gli uni degli altri». Rivolto ai fedeli puteolani, infine, ha detto: «D’ora in poi, con molta semplicità e sincero entusiasmo, desidero mettere tutte le mie energie al servizio della crescita nella comunione delle diverse componenti della Chiesa puteolana: presbiteri, diaconi, religiose e religiosi, fedeli laici. Mi sarà di guida in questo cammino la comunione di intenti e la condivisione della passione apostolica con il Vescovo Gennaro. Nei prossimi mesi avremo modo di conoscerci, di incrociare i nostri sguardi e di condividere ansie e speranze per la nostra Chiesa e questi nostri territori, benedetti da così tanti doni, ma anche segnati da non poche fatiche».

Don Carlo Villano è nato in Aversa il 25 agosto 1969; dopo la maturità scientifica, come seminarista ha vissuto il percorso formativo nel Pontificio Seminario Interregionale “San Luigi” di Napoli-Posillipo ed è stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1995. Tra i suoi titoli accademici: Baccellierato e Licenza in Teologia Morale presso Pontificio Seminario di Napoli; Laurea in Filosofia presso l’Università Federico II; Dottorato in Teologia Morale, presso l’Accademia Alfonsiana in Roma. Villano è stato Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della Diocesi oltre a ricoprire l’incarico di Assistente Ecclesiastico Regionale e Nazionale AGESCI.

Il vescovo di Ischia e Pozzuoli, Mons. Gennaro Pascarella, quindi, potrà adesso dedicarsi maggiormente alla diocesi di Ischia unità “in persona episcopi” con quella flegrea dallo scorso maggio. 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x