Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Pasquale Elia: «Il comando vigili mi spieghi quale reato ho commesso»

di Francesco Castaldi

FORIO – Non nasconde la propria amarezza Pasquale Elia, l’albergatore foriano al quale ieri mattina la polizia municipale ha sequestrato lettini e ombrelloni. L’uomo, che avevamo intervistato la settimana scorsa, ha ribadito al comandate dei vigili Giovangiuseppe Iacono la liceità della propria condotta, lamentando il fatto che nessuna legge gli vieterebbe di concedere alla propria clientela tutto l’occorrente per potersi recare in spiaggia. «Siamo allo scontro frontale – esordisce Pasquale Elia – perché mentre la Capitaneria di Porto, la Guardia di Finanza e i carabinieri non hanno ravvisato nessun reato, i vigili urbani, attraverso l’ufficio commercio, sostengono che sia punibile un volontario che prende gli ombrelloni noleggiati con regolare ricevuta fiscale dall’albergo e li porta sulla spiaggia per aiutare i clienti. Questa innocua azione, per la polizia municipale di Forio, è un reato, e quindi loro ritengono che sia necessario fermare questo tipo di attività. Noi andremo fino in fondo, vedremo il giudice cosa ne pensa».

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

 

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x