Statistiche
CRONACA

Passionisti, il Comune batte cassa con Schilardi

Il Commissario pronto a erogare l’importo necessario a coprire il canone annuo per la locazione delle aule destinate all’Ibsen. Domani parte il servizio scuolabus

Riparte la scuola, e a Casamicciola si rimette in moto il complesso mosaico dell’organizzazione logistica ancora duramente condizionata dalle conseguenze del sisma del 2017. Una di queste tessere da sistemare è costituita dalle classi dell’Ibsen sistemate nei locali del convento dei Passionisti. Il sindaco Castagna aveva inviato una nota al Commissario delegato alla Ricostruzione, Carlo Schilardi, chiedendo il finanziamento per la locazione allo scopo di garantire la normale attività scolastica, dopo che già nel 2020 era stata concordata la riorganizzazione degli spazi scolastici da locare attraverso l’individuazione o sostituzione di immobili. In tale contesto negli anni scorsi era stato previsto lo stralcio dai fondi del commissariato del canone di locazione per l’immobile di via Salvatore Girardi nella titolarità dei Padri Passionisti, tra l’altro garantito dal Ministero dell’Istruzione attraverso un avviso pubblico dello scorso settembre, fondo stanziato per l’emergenza epidemiologica da covid-19. Alla richiesta del sindaco, per la disponibilità di 12mila euro come canone annuo, il Commissario ha dato la “massima disponibilità” a venire incontro alle esigenze del Comune, riconoscendo il canone richiesto per locare l’immobile in questione. La struttura commissariale ha inoltre richiamato le precedenti disposizioni circa i limiti annuali di spesa per i fitti scolastici previsti in maggior misura per il Comune di Casamicciola, e in misura minore per Lacco Ameno. Come alcuni ricorderanno, i Commissariato aveva indicato un impegno di spesa pari a circa 235mila euro per le esigenze di locazioni di immobili privati da adibire a scuole. Schilardi aveva inizialmente ricordato che la legge di ricostruzione prevede espressamente il ricorso a contratti di locazione per uso scolastico nel limite di spesa di 250mila euro, su base annua a valere sulle risorse della contabilità speciale della struttura commissariale. Bisogna infatti tener conto di eventuali necessità degli altri Comuni. E Lacco Ameno, per le vie brevi, aveva già fatto sapere di trovarsi nella necessità di accedere al contributo per il prossimo anno scolastico. Visto che il Comune di Forio, come già negli anni scorsi, non ha manifestato necessità di ricorrere alla locazione di immobili privati, il Commissariato ha ritenuto verosimile ipotizzare una ripartizione delle risorse disponibili, e quindi di dividere i 250mila euro nella misura del 75% in favore del Comune di Casamicciola e il restante 25% per Lacco Ameno.

SCUOLABUS. Intanto, il sindaco Castagna si è mosso per ottenere dal commissario anche l’attivazione del servizio scuolabus per gli scritti all’Ibsen: come è noto i plessi scolastici sono dislocati in varie zone del territorio comunale, distanti tra loro, e in strutture (tranne il De Gasperi) prese in fitto o acquisite al patrimonio comunale, essendo il Manzoni, il Sanseverino, il Lembo e la scuola media Ibsen ancora inagibili e con le pratiche di ricostruzione in corso. Fra l’altro molte famiglie si trovano ancora alloggiare in altri comuni, quindi la necessità del servizio si estende anche ai bambini di questi nuclei familiari. Il servizio era stato molto apprezzato da genitori e alunni negli anni scorsi, e oltre ad alleviare i disagi post-sisma aveva anche alleggerito il traffico veicolare, incidendo in maniera positiva dal punto di vista dell’ordine pubblico. Nella richiesta inviata a Schilardi, il sindaco inoltre avverte che il “policentrismo delle sedi scolastiche potrebbe costituire anche un ostacolo per la corretta fruizioni del diritto allo studio degli alunni casamicciolesi”. Quindi, richiamandosi alla collaborazione abituale tra struttura commissariale e Comune, il primo cittadino ha chiesto la copertura finanziaria del servizio scuolabus, la cui spesa sarà rendicontata con apposita determina, sottolineando che il servizio dovrà coprire l’intero anno scolastico 2021/2022 con inizio da domani, 15 settembre, per una popolazione scolastica leggermente superiore a quella dell’anno scorso, anche grazie ai rientri di alunni precedentemente iscritti ad altri istituti scolastici; salvo eventuali restrizioni di natura sanitaria, caso che comporterà la sospensione del servizio. Il comune ha in ogni caso già pubblicato l’avviso di attivazione del servizio per gli alunni iscritti all’I.C.S. “E. Ibsen” di Casamicciola Terme (scuola della infanzia, scuola primaria, scuola secondaria di primo grado). La domanda di iscrizione – che può essere scaricata dall’albo pretorio on line o dal profilo facebook del Comune – dovrà essere presentata entro oggi 14 settembre alle ore 13,00 all’ufficio protocollo oppure al seguente indirizzo mail: sisma@comunecasamicciola.it, oppure presso l’infopoint di Marina di Casamicciola sul piazzale Ancora il 13.09.21 dalle ore 16.00 alle ore 20.00 ed il 14.09.2021 dalle ore 9.00 alle ore 13.00. il servizio avrà inizio da domani.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x