ARCHIVIO 2ARCHIVIO 5POLITICA

PENSIERI IN LIBERTA’ – Quello che resta delle elezioni

Quello che resta delle elezioni, lo diremo domattina. Tranquilli, non vogliamo fare il verso a Rafael Gualazzi ed alla sua splendida “L’estate di John Wayne”, che è stata e resta un tormentone oltre che una gran bella canzone. Ma dobbiamo prendere atto, nostro malgrado, che questa campagna elettorale in corso di svolgimento ad Ischia sta davvero scadendo nel surreale o – come disse qualche tempo fa un mio conoscente con non eccelsa dimestichezza della lingua madre – addirittura nel “paranormale”. E meno male che a Barano se ne stanno tranquilli, anche perché secondo quanto riferiscono soggetti assolutamente qualificati e soprattutto non di parte (se la tirano contro da soli, a voler essere sinceri) su un versante c’è chi è sicuro di vincere e prende il sole ai Maronti e dall’altra c’è chi già sa di aver perso e non si sbatte più di tanto visto l’arrivo delle alte temperature. Ad Ischia purtroppo no, ne stanno succedendo davvero di tutti i colori, al punto tale che si è deciso di schierare l’artiglieria pesante. E così, a supporto del senatore Domenico De Siano e della coalizione che candida a sindaco d’Ischia Gianluca Trani, è arrivato addirittura da Arcore il video-endorsement del cavaliere. Sì, proprio lui, Silvio Berlusconi, apparso quasi come la Stella Cometa ad illuminare una notte di inizio estate ischitana. Bravo Mimmo di qua, bravo Mimmo di là, bravo Mimmo su, bravo Mimmo giù: insomma una chiamata alle armi tanto autorevole che pensare che potesse passare inosservata era francamente impossibile. Poi, da qui a pensare che faccia breccia nel cuore e nella mente della gente (soprattutto quando si troveranno nella cabina elettorale domenica prossima) ce ne corre, ma come si dice in questi casi è il pensiero che conta.

E dall’altra parte, che fanno, se ne stanno fermi? Ma no, non pensatelo neppure. Nell’attesa di capire se anche Matteo Renzi vorrà mobilitarsi per dare una mano ad Enzo Ferrandino e pareggiare i conti con Sua Emittenza, ci si dedica a feste e festicciole. Che, per carità, non ci starebbe nemmeno niente di male, se non fosse che vengono stranamente organizzate last minute. E’ successo con Nando Varriale di Zelig, che in molti avrebbero voluto godersi ma non erano a conoscenza della sua presenza ad Ischia, andrà meglio con l’appuntamento di questa sera ad Ischia Ponte, quantomeno promozionato come si conviene con quarantotto ore di anticipo. E attenzione perché il meglio, come cantava Ligabue (che volete farci, la passione per la musica ritorna sempre), deve ancora venire.

Ma il vero spettacolo nello spettacolo, in questa campagna elettorale, sono stati decisamente i candidati al consiglio comunale. Non solo un esercito di “scafati” ma anche di improbabili sfigati e dilettanti allo sbaraglio. Molti di questi, consapevoli di trovarsi in un contesto a loro non consono, hanno preferito girare al largo: altri, invece, hanno voluto solcare sentieri che pure non gli appartenevano di certo. Tra l’altro, con una aggravante non da poco. Mentre una volta prima di salire su un palco i “capoccioni” di una lista o coalizione facevano il terzo grado al novizio chiedendogli su cosa ed in che maniera intendesse discutere, adesso tramite web e social tutto è diretto e nulla viene scremato. E così, tra chi ha promesso lo sbarco su Marte, funivie, aeroporti, gnocca per tutti e chi più ne ha più ne metta, è volato via un campionario di cazzate che – laddove racchiuso – avrebbe tutti i numeri per diventare un bestseller degno del “Codice Da Vinci” di Dan Brown. Tutto questo, presto, passerà, poi qualcuno si ritroverà a dover amministrare un paese ed avere a che fare con la realtà, che evidentemente è cosa ben diversa dalla fantasia. E allora chissà che (e ci scusiamo per una palese violazione della par condicio) non abbia davvero ragione Gennaro Savio, il quale ha scritto e detto: “Mentre gli altri pensano a salsicciate e cabaret noi continuiamo a parlare alla gente”. Mosca bianca, anzi rossa…

gaetanoferrandino@gmail.com

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close