ARCHIVIO 5

Percolato e insetti sul campo di Forio, Stani Verde “spara” su Del Deo

 

FORIO – L’attività fisica nel comune turrito è accompagnato da zaffate di percolato. Far condividere lo stesso perimetro di spazio alle partite dei piccoli calciatori in erba con le attività di travaso dell’immondizia non è una buona idea. Le macchie di percolato che pervadono l’asfalto a pochi metri del campo di gioco parlano chiaro. Nonostante si possano attuare tutti i tipi di accortezze, sversamenti di materiale tossico sono inevitabili ed appare paradossale che proprio dove giocano dei bambini si possano lasciare in balia del caldo vere e proprie pozzanghere di percolato che non solo asfissiano l’aria, ma che diventano in poco tempo ricettacolo di ogni tipo di insetti.

I genitori hanno denunciato la presenza di zanzare e di piccoli animaletti che hanno l’aspetto di pidocchi, proprio a poca distanza dai luoghi dove decine di bambini giocano a calcio, e sono continuamente a contatto con una superficie potenzialmente contaminata, da monitorare. Intanto alcuni dei genitori dei bambini che sono soliti giocare presso il “Salvatore Calise” hanno deciso di non mandare più i piccoli atleti al campo, troppo grande la paura di mettere in pericolo la loro salute.

Già la presenza dei camion parcheggiati aveva fatto più volte storcere il naso per l’inadeguata e inadatta presenza, ora le evidenti chiazze di percolato hanno allarmato anche i più tolleranti che in coro hanno richiesto l’immediato intervento dell’amministrazione.

Durante le operazioni di travaso dai piccoli mezzi della nettezza urbana ai più grandi, quelli che poi devono raggiungere la terraferma e le discariche dove finisce la nostra immondizia, il rischio che la polvere del vetro – risultato della raccolta di bottiglie – possa finire nelle vie respiratorie dei ragazzi che giocano in zona è alto. Polveri che si possono adagiare sul campo di gioco ed essere aspirati per il calpestio del campo.

La situazione è talmente compromessa,  al limite, che non si esclude la chiusura del campo per attuare la bonifica del perimetro. La notizia ha messo in allarme anche l’opposizione di Forio capitanata dal consigliere d’opposizione Stani Verde: “ Abbiamo sperato fino all’ultimo che l’attuale amministrazione potesse dare risposte ai cittadini e risolvere problemi che preoccupano la cittadinanza. Siamo sempre stati presenti, vigilando sulle loro operazioni ed evitato di mettere i bastoni tra le ruote, in modo da evitare che potessero additare a una opposizione poco collaborativa la mancata risoluzione dei problemi. Nonostante ciò non possiamo fare a meno di denunciare che questa amministrazione è inadeguata. Sono degli incapaci. Hanno fatto gli stessi errori dell’amministrazione Regine, soprattutto per quanto riguarda la sosta e la gestione dei rifiuti. Sapevamo che non sarebbero riusciti a cavare un ragno dal buco e che sicuramente avrebbero cercato un capro espiatorio per provare a scrollarsi di dosso la colpa di non aver agito come avrebbero dovuto.

Se non sono in grado – ha concluso Stani Verde – visto che si stanno dimostrando inconcludenti e incapaci di risolvere i problemi, si mettano da parte, noi siamo pronti. Ci sono molte persone valide in questa amministrazione che vengono zittite prima che possano dare il proprio contributo. Non danno spazio nemmeno a quelli che dovrebbero essere i propri alleati. A questo punto, data per assodata la loro incompetenza, cedessero la mano. Un’amministrazione che non ha coraggio e che ragiona solo attraverso il clientelismo non troverà mai soluzioni definite”.

ANTONELLO de rosa

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close