Statistiche
ARCHIVIO 5

Porticato “trappola”: cadono calcinacci, il Comune ordina lavori

Un’ordinanza sindacale è stata firmata dal vicesindaco d’Ischia Enzo Ferrandino e dai tecnici comunali Raffaele Mazzella e Silvano Arcamone. Tutto nasce a seguito di un sopralluogo della Polizia Locale nella zona di Sant’Alessandro, dove insiste un porticato – tra le proprietà di Vincenza Molino e Gianfranco Bessotto – sotto il quale transitano anche altre persone per raggiungere le proprie abitazioni in zona. Più volte è successo che si è verificata caduta di calcinacci e molti altri sono penzolanti, così come denunciato da un esposto dei cittadini. Un nuovo sopralluogo degli uomini diretti dal comandante Giovan Giuseppe Pugliese, risalente allo scorso 8 settembre, evidenziava che la problematica non solo non si era risolta, ma addirittura accentuata dal momento che, si legge nell’ordinanza, “la volta del porticato è ancora interessata dalla caduta di calcinacci in quanto l’intonaco è vetusto e fatiscente e che i proprietari non avevano ottemperato al ripristino della volta così come avevano dichiarato al momento del primo accertamento”. Da qui le logiche conclusioni di vicesindaco e tecnici comunali che scrivono che “considerato che quanto denunciato ed accertato costituisce pericolo per la pubblica e privata incolumità trattandosi di portico con sottopassaggio ad uso pubblico e che pertanto necessità eliminare ad horas lo stato di pericolo… ordina ai sigg. Molino Vincenza e Bessotto Gianfranco, ciascuno per i propri diritti e congiuntamente in solido, di effettuare ad horas il rifacimento dell’intonaco alla volta del porticato in Ischia alla via Sant’Alessandro n. 24, di loro proprietà, per eliminare il pericolo per la pubblica e privata incolumità derivante dalla precarietà degli intonaci del porticato stesso”. Ovviamente, in caso di inerzia degli interessati e considerata l’urgenza di eseguire le opere, l’amministrazione provvederà ad eseguire gli interventi in danno degli intimati cui poi sarà presentato il conto oltre alla sanzione amministrativa prevista dalle normative vigenti.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex