Statistiche
CRONACA

Piano Lavoro Campania, dall’isola di Ischia nessuna adesione

Procida ha chiesto sei nuove figure professionali. Il Comune è in predissesto ma il sindaco Dino Ambrosino assicura: «Da luglio arriveranno i tirocinanti in Comune»

Entra nel vivo il Piano Lavoro Campania che porterà all’assunzione (nel giro di un anno) di oltre 2mila lavoratori presso gli Enti locali del territorio. Nessun lavoratore, però, arriverà in uno dei sei Comuni dell’isola di Ischia. Discorso diverso, invece, a Procida dove dal prossimo mese di luglio potrebbero arrivare i primi sei tirocinanti.

PIANO LAVORO CAMPANIA

Nel 2018 la giunta De Luca ha approvato il Piano del Lavoro in Campania per dare il via ad una serie di assunzioni nella pubblica amministrazione. Sono stati 167 gli Enti (tra cui Procida) che hanno delegato la Commissione Ripam a selezionare nuovo personale tramite la procedura del corso-concorso. Tra questi, però, nessuno dell’isola di Ischia. Il Comune di Procida, invece, su proposta dell’Assessore Rossella Lauro ha approvato una delibera di giunta per sottoscrivere l’accordo con la Regione Campania. In pratica da palazzo Santa Lucia a Napoli offrivano la di integrare e rinnovare il personale della Pubblica Amministrazione con nuove generazioni formate all’interno degli uffici. Dopo il concorso (espletato da settembre 2019 e finito pochi giorni fa), saranno 2500 i giovani ad entrare nelle Pubbliche Amministrazioni con un contratto per un tirocinio per dieci mesi. Al termine del tirocinio è prevista una prova finale prima della contrattualizzazione negli Enti pubblici. 

Alle selezioni per il lavoro nella p.a. hanno concorso in totale 23.346 candidati. Ai 16 profili previsti per le due categorie di concorso – diplomati e laureati – per l’assunzione in Regione Campania e in 166 enti locali di 2.285 persone (poi aumentate a 2500), hanno concorso 23.346 candidati, di cui 18.175 per il profilo dei diplomati e 5.261 per il profilo dei laureati. Il concorso, bandito il 9 luglio e l’8 agosto 2019, ha raccolto 303.965 domande di iscrizione, con 142.554 candidati presenti alle preselezioni divisi in 34 sessioni di esame. Ieri al Centro Direzionale, il presidente della giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca ha incontrato i sindaci e le rappresentanze dei 150 enti che sul territorio regionale faranno svolgere il tirocinio formativo della durata di 10 mesi. I 2500 idonei ammessi riceveranno lo stipendio e, alla scadenza dell’anno di formazione, saranno inseriti negli organici degli enti locali, sottoscrivendo il contratto a tempo indeterminato full time. Inizieranno la propria carriera nella pubblica amministrazione.

IL CASO PROCIDA

Ads

Nel 2018 quando l’amministrazione comunale di Procida aderì al piano lavoro della Regione Campania chiese ben sei figure professionali. Un istruttore amministrativo, due funzionari per il settore risorse finanziarie / pianificazione e controllo di gestione/ specialista contabile e due funzionari tecnici. Sei nuovi dipendenti indispensabili per un Comune come quello di Procida. Sull’isola di Arturo, infatti, a fronte di circa 10500 abitanti sono circa 50 i dipendenti comunali di cui 12 in part-time. Le nuove figure professionali potrebbero entrare in servizio già dal prossimo mese di luglio. La Regione Campania, però, nel master plan relativo alla stima di distribuzione dei borsisti messo in discussione la presenza dei borsisti a Procida in seguito alla “segnalazione di situazione di deficitarietà strutturale o di dissesto di cui alle Nota prot. 356677/2019 e 382637/2019”. Getta, però, acqua sul fuoco il sindaco Dino Ambrosino: «Non siamo stati esclusi», afferma.  «Il Comune di Procida è in pre-dissesto e per questo prima di procedere alle assunzioni dobbiamo seguire un iter diverso. Il nostro Ente sta seguendo un piano di riequilibrio finanziario e per questo non possiamo assumere tranquillamente. Ma non c’è pericolo».  Secondo Dino Ambrosimo, infatti, «Il piano occupazionale viene valutato da una commissione presso il Ministero degli Interni. Malgrado ciò, infatti, negli ultimi anni abbiamo comunque assunto. C’è un lavoro in più da fare, ma comunque raggiungiamo il nostro obiettivo», assicura. Dal prossimo mese di luglio, quindi, anche il Comune di Procida ospiterà almeno sei tirocinanti «Dico almeno sei perché come Comune abbiamo chiesto alla Regione Campania sei figure professionali. Sappiamo, però, che sono stati ammessi a seguire il tirocinio il 20% di persone in più. Speriamo, quindi, che possa arrivare qualche unità in più». Per i prossimi dieci mesi, quindi, ci saranno dei tirocinanti che lavoreranno e si formeranno sul campo a costo zero per il Comune. Il progetto, infatti, è finanziato dalla Regione Campania con fondi Comunitari.  «Il prossimo anno, poi, – spiega ancora il sindaco di Procida – al termine del tirocinio dobbiamo provvedere ad assumere coloro che hanno svolto presso il nostro Ente la formazione, previo esame finale. Per noi di Procida prima dell’assunzione dobbiamo ottenere l’ok di una commissione ministeriale essendo noi un Comune in pre-dissesto». Chiosa il sindaco: «Niente paura. Coloro che si formeranno presso il nostro Ente, saranno assunti. Dopo l’esame finale, ovviamente».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex