Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Piazzale di Citara, ecco la determina che affida l’incarico per rimuovere gli abusi

di Francesco Castaldi

FORIO – Il Comune di Forio, tramite una determina del settore finanziario retto dal dottor Vincenzo Rando, ha affidato l’incarico per la rimozione degli abusi commessi sul piazzale di Citara da alcuni esercenti della zona. I lavori sono stati affidati dall’ente di via Cristoforo Colombo alla ditta Popa Vasile Viorel, che avrà l’onere di portare a termine le disposizioni dell’amministrazione comunale, che corrisponderà all’azienda 10.000 euro. Nella determina numero 954 – avente ad oggetto l'”affidamento incarico per rimozione occupazioni abusive di suolo pubblico sul piazzale di Citara” – Rando ha ripercorso brevemente tutta la storia relativa all’occupazione abusiva del piazzale che si trova a pochi metri dalla baia di Citara a Forio.

«In seguito a note del Comando P.M. – esordisce Rando – si trasmettevano le comunicazioni di Notizia di Reato a carico del Sig. Mattera Giacinto, titolare dell’esercizio commerciale all’insegna “Il Panino”, della Sig.ra Sacchetti Carmela titolare dell’attività Bar Rosticceria “Sacchetti Carmela”, e della Sig.ra Monti Giuseppina dipendente della ditta “Maregigi”, che accertavano la realizzazione di opere difformi rispetto a quanto autorizzato con le concessioni di occupazione del suolo pubblico loro assentito». Inoltre, «con note del 01.06.2016 si disponeva che i Sigg.ri di cui sopra ripristinassero lo stato dei luoghi, occupando, entro dieci giorni dalla notifica dell’atto, il suolo pubblico in conformità a quanto loro autorizzato con le concessioni rilasciate». «Gli stessi – evidenzia il responsabile del settore finanziario – erano stati avvisati che nel caso non si fossero adeguati a quanto disposto con le note del 01.06.2016, si sarebbe provveduto, senza indugio, alla revoca dell’atto concessorio».

Il Comune, dopo aver letto le controdeduzioni degli esercenti, le ha ritenute prive di fondamento. Infatti, i verbali del comando di polizia municipale del 29 giugno «rilevavano che i tre concessionari di cui sopra non avevano ottemperato a quanto disposto dallo scrivente Settore», dal momento che «l’art.17 del Regolamento Comunale per l’occupazione di suolo pubblico, approvato con delibera consiliare n.36 del 13.10.2010, stabilisce che: “È consentita l’installazione di tende apribili prive di sostegno al suolo (tende a sbraccio) al di sopra l’ingresso dei negozi, delle botteghe e dei pubblici esercizi ed ombrelloni posti all’esterno. Le stesse devono essere richiuse durante la chiusura dell’attività”».

«I concessionari di cui sopra – prosegue Rando – stavano continuando, nonostante diffidati, a mantenere una tipologia di occupazione del suolo pubblico non conforme a quanto autorizzatole con le Concessioni loro rilasciate e non conforme a quanto prevede il regolamento comunale». Il responsabile del settore finanziario del Comune scrive anche che «con provvedimenti di revoca del 28.07.2016 sono state revocate le concessioni ad occupare il suolo pubblico rilasciate in favore del Sig. Mattera Giacinto, titolare dell’esercizio commerciale all’insegna “Il Panino”, della Sig.ra Sacchetti Carmela titolare dell’attività Bar Rosticceria “Sacchetti Carmela”, e della Sig.ra Monti Giuseppina dipendente della ditta “Maregigi”, con espresso ordine di liberare ad horas il suolo occupato, pena la rimozione d’ufficio a loro spese».

Ads

«Visti i verbali del comando P.M. nn.147439/2016, 147440/2016 e 158109/2016 elevati nei confronti dei tre concessionari, e trasmessi allo scrivente Settore con nota prot.25808 del 06.09.2016, con i quali si rileva la attuale inottemperanza all’ordine di rimozione di tutto ciò che occupa il suolo pubblico; Ritenuto pertanto di dover intervenire d’urgenza ed in via sostitutiva a liberare il suolo pubblico, incaricando apposita ditta di fiducia dell’Ente», il responsabile del settore ha determinato «di dare atto che in seguito a note del Comando P.M. […] si trasmettevano le comunicazioni di Notizia di Reato a carico del Sig. Mattera Giacinto, titolare dell’esercizio commerciale all’insegna “Il Panino”, della Sig.ra Sacchetti Carmela titolare dell’attività Bar Rosticceria “Sacchetti Carmela”, e della Sig.ra Monti Giuseppina dipendente della ditta “Maregigi”, che accertavano la realizzazione di opere difformi rispetto a quanto autorizzato con le concessioni di occupazione del suolo pubblico loro assentito».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x