Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Più divorzi, meno matrimoni: anche a Ischia il “finchè morte non vi separi” è utopia

di Sara Mattera

ISCHIA – Dimenticate il “finchè morte non vi separi” e le unioni di lunga data come quelle dei vostri nonni, capaci di superare qualsiasi ostacolo. Oggi giorno, sempre più sono le persone che preferiscono non sposarsi e se ci si sposa il matrimonio non è poi così duraturo. I recenti dati pubblicati dall’Istat, infatti, parlano chiaro: In Italia durante il 2015 si è registrato un aumento del 57% dello scioglimento dei matrimoni con 86.469 divorzi e 91.706 separazioni contro i 52.333 e le 89.303 del 2014.  Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica, purtroppo, entro la fine del 2016, il numero dei divorzi è destinato ad aumentare inesorabilmente del 100%.  Un vero e proprio boom che, però, non sarebbe del tutto casuale: secondo gli esperti del settore a contribuire all’incremento percentuale in tema di divorzi, potrebbe essere stata anche la cosidetta legge sul Divorzio Breve, entrata in vigore nel Maggio dello scorso anno. Tale norma, infatti, ha decisamente accorciato il periodo che deve intercorrere tra il provvedimento di separazione e quello di divorzio, non più di tre anni come accadeva prima, ma ridotto drasticamente a sei mesi per le separazioni consensuali e ad un anno per quelle giudiziali. Detto in poche parole, la suddetta normativa italiana se da una parte avrebbe contribuito a snellire l’iter procedurale dei divorzi, senza, in alcuni casi, dover ricorrere neppure all’assistenza degli avvocati, rivelandosi così molto vantaggiosa anche in termini economici, dall’altra potrebbe essere rea di aver sminuito ancor di più il profondo significato delle unioni matrimoniali, che ora, possono essere più facilmente sciolte. In Italia, insomma, nell’ultimo biennio, molte più persone si sono divorziate e/o separate rispetto agli anni passati, portando, così, ancora una volta alla luce un dato decisamente allarmante: che nonostante il discreto boom di matrimoni registratosi dal 2014 al 2015, il numero di divorzi e separazioni è molto più evidente.  

Un trend negativo, questo, a cui purtroppo non si sottrae neppure la nostra isola dove, stando ai dati che abbiamo raccolto, si attesta un sensibile aumento dei cittadini divorziati e/o separati, che si aggira intorno all’1%, 2% sul totale della popolazione.  Basti pensare, infatti che nel solo Comune di Ischia, il numero di divorziati relativo all’ultimo biennio è passato dai 385 del 2014 e 395 del 2015 ai 420 del 2016.  Al contempo, nel comune ischitano che – lo ricordiamo – annovera una popolazione di circa 19.000 abitanti, il numero delle persone attualmente coniugate ammonta a 9729 contro gli 8583 celibi o nubili, e contro le 9752 persone coniugate del 2014.  In breve, il numero dei residenti sposati nel comune capofila è passato dai 49,3% del 2015 ai 48,9 % relativi a questo anno.  

La situazione, però, non cambia neppure negli altri comuni dell’isola dove complessivamente la percentuale delle persone sposate si aggira intorno al 48,8% della popolazione, mentre il tasso di divorzi, registratosi nell’ultimo anno è pari a circa 1,7% contro l’1% degli scorsi anni. Il primato del Comune con più persone divorziate è proprio di Ischia dove i divorzi sono passati dal 2,0% dello scorso anno al 2,1 % del 2016.  Menzione d’onore va, invece, al Comune di Barano che dimostra di essere decisamente in controtendenza non solo con il trend complessivo nazionale, ma anche con i dati degli altri Comuni dell’isola. Nell’ultimo biennio, su di un popolazione pari a circa 10.000 abitanti, le persone sposate sono passate da 4.978 del 2014, alle 5027 del 2016. Barano, però, non è solo il Comune dove ci si sposa di più, ma anche il territorio isolano che detiene un primato discretamente positivo anche in termini di divorzi e separazioni: il tasso percentuale dei residenti divorziati, relativo al 2016, è infatti pari ad appena lo 0,6% della popolazione. Un tasso decisamente basso rispetto a quanto si registra negli altri Comuni di Ischia, in cui perfino territori più piccoli come Serrara-Fontana e Lacco Ameno con un numero di residenti molto inferiore, non possono vantare il medesimo primato positivo del Comune collinare.  

I dati relativi al nostro territorio quindi parlano chiaro: sebbene la percentuale del 2% dei divorziati su di una popolazione di circa 64 mila abitanti non sia poi così alta, i cittadini isolani in tema di separazioni e matrimoni sembrano essere perfettamente in linea con l’andamento nazionale che si sta rivelando decisamente poco positivo. Insomma, anche per la nostra isola il “vissero felici e contenti per sempre” sembra stia diventando sempre più un’utopia.

Ads

I NUMERI

Ads

Coniugati e divorziati, i dati isolani Comune per Comune

Comune di Ischia: il numero dei divorziati è passato dal 2,0%  del 2014-2015 al 2,1%  mentre i coniugati dal 49,3%  nel 2014 al 48,9% nel 2016. Il Numero dei celibi è pari a 8583 contro gli 8468 del 2014

Comune di Barano : il numero dei divorziati è passato  dallo 0,5% del 2014-2015 allo 0,6% del 2016, mentre i coniugati da 4978 del 2014 ai 5027 del 2016. Il numero dei celibi o nubili è 4.547 contro i 4583 del 2014

Casamicciola Terme: il numero dei divorziati è passato dall’1,6% del 2014-2015 al 1,7% del 2016, mentre i coniugati da 4033  del 2014 a 4019 nel 2016. Il numero dei celibi o nubili è 3716 contro 3678 del 2014

Forio: il numero dei divorziati è passato dall’1,7% del 2014-2015 al 1,9% del 2016. Il numero dei coniugati è passato dagli 8530 del 2014 ai 8469 del 2015.  Il numero dei celibi e numeri è pari a 7895 contro i 7900 del 2014

Serrara-Fontana: Il numero dei divorziati è passato dal 1,5% del 2014-2015 al 1,6% del 2016. Il numero dei coniugati, invece, è passato dai 1555 ai 1530. Il Numero dei celibi e nubili è pari a 1409 contro i 1.413 del 2014

Lacco Ameno: Il numero di divorziati nel 2014-2015 ammontava  all’1,7%, passato poi nel 2016 allo 1,8 %.  I coniugati erano nel 2014 2.339 mentre nel 2016 ammontano a 2.357. Il numero dei celibi e nubili è pari a 2128 contro i 2087 del 2014

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex