Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Plesso della Sentinella, chiesto un incontro al sindaco Castagna

ISCHIA. Tre associazioni hanno indirizzato una nota al primo cittadino di Casamicciola, con la quale chiedono di poter sedersi a un tavolo e cercare una soluzione legata al plesso della Sentinella, di recente requisito dall’ente locale della cittadina termale per destinarlo a uso scolastico ma che in realtà avrebbe dovuto ospitare un centro per persone autistiche.

Ecco il testo indirizzato al sindaco: «Egregio Sindaco Giovan Battista Castagna, noi associazioni  I.Sole d’Amore, Genitori Autismo Ischia, Io sono Filippo, Uildm,  chiediamo a Lei, ed alla sua amministrazione, un incontro pubblico, a stretto giro, insieme alla dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “E. Ibsen”, prof. Marinella Allocca, ed ai rappresentanti dei genitori, per trovare una soluzione condivisa per l’utilizzo dello stabile sito in Via Castanito, destinato dalla Diocesi alla creazione di un centro diurno per i disabili isolani e le loro famiglie, ma da Lei requisita per adibirlo a sede della scuola dell’infanzia, in attesa della messa in sicurezza degli edifici colpiti dal sisma del 21 agosto. Come Lei sa bene la sua ordinanza non si limita a far slittare il progetto di un paio d’anni, ma rischia di farci perdere definitivamente un finanziamento indispensabile per la realizzazione di un progetto tanto ambizioso, quanto necessario per i nostri ragazzi. Conosciamo bene la situazione di Casamicciola e delle famiglie colpite dal sisma del 21 agosto, proprio per questo intendiamo trovare una soluzione condivisa che riesca a conciliare le esigenze dei disabili con quella dei bambini di Casamicciola, che hanno diritto ad una scuola dell’infanzia. A dicembre ci siamo confrontati e sembrava fossimo giunti ad un accordo, ma inspiegabilmente la sua amministrazione si è resa protagonista di una marcia indietro che ha costretto il Vescovo ad impugnare l’atto di fronte al TAR. Non vogliamo, e non abbiamo mai voluto,  ingaggiare una guerra tra poveri e continuiamo ad essere convinti che sia possibile giungere ad una soluzione condivisa, senza dover aspettare la decisione del Tribunale Amministrativo, che rappresenterebbe la sconfitta della nostra comunità e penalizzerebbe irrimediabilmente una delle due parti. In attesa di un celere riscontro inviamo i nostri più cordiali saluti»

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x