ARCHIVIO 5POLITICA

Pmli: Referendum, eccellente vittoria e risultato del no

Il disegno mussoliniano di Matteo Renzi di completare con la controriforma costituzionale il regime neofascista preconizzato dalla P2 è miseramente fallito. Sepolto, assieme al suo governo, da una valanga di NO. Grazie alla maggioranza del popolo italiano che aveva capito gli effetti antidemocratici e fascisti della controriforma, che occorreva salvare quello che è rimasto della Costituzione del ‘48 e che era l’occasione per mandare a casa il nuovo Mussolini. Una disfatta non solo per Renzi, ma anche per il rinnegato Giorgio Napolitano, per la classe dominante borghese, per le banche, la grande finanza italiana e internazionale e per la Confindustria.

 

L’Organizzazione isolana del PMLI esulta dinanzi al risultato conseguito dal NO sull’isola d’Ischia; è orgogliosa e fiera di aver fatto parte di un Comitato costituito da giovani, compagni, studenti, donne e anziani; esprime soddisfazione per aver incontrato centinaia di lavoratori che hanno apprezzato i documenti del partito e quelli del Comitato, hanno saputo discutere, confrontarsi e condividere la nostra scelta di voto.

Il NO sull’isola d’Ischia ha abbondantemente superato il 71%! Incredibile!

Un risultato così non s’era mai visto e chi per decenni ha militato a sinistra, nelle formazioni comuniste ed ha sempre subito il peso della democrazia cristiana e della chiesa prima e poi, dei partiti revisionisti e del cosiddetto “centro-sinistra”, oggi può esultare e ritenersi in dovere di andare avanti nella lotta per conquistare altri obiettivi importanti.

Per l’isola d’Ischia ci attende un nuovo appuntamento referendario: quello per realizzare il Comune Unico, con l’augurio che lo stesso risultato conseguito con la vittoria del NO possa diventare poi, la vittoria del SI al Comune Unico isola d’Ischia.

Il PMLI sollecita tutte le forze democratiche, le associazioni fra cui in prima fila, l’ACUII (Ass. Comune Unico isola d’Ischia),  la scuola, i lavoratori, le masse a rimboccarsi le maniche, perché con l’ultima proposta di legge presentata alla Regione Campania, si possa giungere all’indizione del Referendum.

Ischia, 5.12.16

 

L’Organizzazione isola d’Ischia del PMLI

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close