ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Il Pmli riconferma l’astensionismo tattico e critica LeU e potere al Popolo

Il 14 gennaio 2018 si è tenuta la Sesta sessione plenaria del 5° Comitato centrale del PMLI, che ha discusso e approvato il Rapporto di Giovanni Scuderi Segretario generale del Partito. La Sessione ha confermato la linea elettorale astensionista tattica del Partito per combattere il capitalismo e avanzare verso il socialismo. Inoltre ha criticato le liste che si pongono a sinistra del PD del nuovo duce Renzi, in particolare LeU e Potere al popolo, che spargono illusioni elettorali, parlamentari e riformiste per riportare alle urne gli astensionisti di sinistra e riconciliarli con le istituzioni borghesi. Scuderi ha detto che “Per il M5S ‘la stella polare è garantire agli italiani una migliore qualità della vita’, come ha detto l’ambizioso Di Maio. Troppo poco, questo può farlo anche un partito di destra. Il PMLI invece vuole cambiare radicalmente l’Italia nell’economia, nelle istituzioni, nell’ordinamento giudiziario, nell’istruzione, nella cultura, nell’arte, nella morale, nello stile di vita per dare al popolo italiano una vita senza sfruttamento, oppressione, disoccupazione, povertà, disuguaglianze e guerre. La nostra stella polare non può quindi che essere il socialismo”. E ha aggiunto: “Per conquistare il socialismo e il potere politico da parte del proletariato dobbiamo portare fino in fondo la battaglia contro il capitalismo costi quello che costi e qualunque siano le difficoltà e le prove che ci attendono nella lotta di classe”.

L’Ufficio stampa del PMLI

Articoli Correlati

Rispondi

Controllare Anche
Close
Back to top button