Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ponte del 2 giugno, è boom di turisti

Il tanto atteso boom, alla fine, è arrivato. Complice il ponte del due giugno, l’isola si è finalmente riempita di turisti. Sono attese circa 20mila presenze nei quattro giorni del lungo week end della festa della Repubblica. La ressa agli imbarchi, cominciata già nel tardo pomeriggio di mercoledì quando aliscafi e traghetti hanno iniziato ad andare in overbooking, sono la miglior conferma alle previsioni della vigilia.

Tirano un sospiro di sollievo strutture ricettive e commercio: dopo un inizio di stagione molto al di sotto delle aspettative, l’ultimo ponte prima dell’arrivo dell’estate era l’ultima occasione per rimettere nella giusta carreggiata una stagione turistica fin qui abbastanza deludente. L’unica incognita resta ancora il meteo, che si preannuncia ballerino: fino a domenica, le previsioni segnalano tempo incerto e possibili fenomeni temporaleschi.

È Napoli a fare da traino alle isole, soprattutto per quanto riguarda il turismo internazionale. La buona presenza di turisti nordamericani e francesi nel capoluogo partenopeo si riflette in maniera positiva anche sui flussi turistici in transito sull’isola d’Ischia. Buona la presenza anche di turisti tedeschi, in deciso aumento in rapporto allo stesso periodo dello scorso anno. Continua a segnalare andamento negativo, invece, la presenza di turisti russi sul territorio, con Forio unica eccezione: all’ombra del Torrione, infatti, la presenza russa si mantiene su livelli ancora accettabili, anche se sono lontani i numeri di qualche anno fa.

Ad essere predominante, però, è come al solito la presenza di turisti italiani, con una forte concentrazione di villeggianti provenienti da Veneto, Lombardia e Lazio. Difficile, invece, quantificare con anticipo la presenza di turisti napoletani: oltre a preferire soluzioni di pernottamento alternative, al di fuori del circuito alberghiero dell’isola, la loro presenza si concentrerà soprattutto nelle giornate di sabato e domenica, meteo permettendo, con una forte caratterizzazione di turisti giornalieri.

Non mancano le note stonate, a cominciare dai disagi nei trasporti. La carenza di mezzi pubblici e la scarsa attendibilità degli orari, oltre a rappresentare un ormai cronico punto debole del sistema-Ischia, frenano gli spostamenti dalle zone ad alta concentrazione alberghiera alla periferia.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex