CRONACA

Ponte del Primo maggio, altri 41mila arrivi

Si chiude la lunga striscia festiva iniziata con la Pasqua, proseguita con la celebrazione del 25 aprile e conclusasi con la festa dei lavoratori: in totale circa 110mila passeggeri sbarcati sull’isola

Dopo quello di Pasqua e quello della Festa del 25 aprile, anche il ponte del Primo Maggio ha fatto registrare un notevole afflusso di turisti sull’isola d’Ischia. La Sala Operativa della Guardia Costiera, agli ordini del Comandante Andrea Meloni, ha diramato i numeri dei flussi compresi tra il 26 aprile e il primo maggio. Sono stati 41mila i passeggeri in arrivo, tramite gli scali portuali isolani, a fronte di 53mila in partenza. Piuttosto rilevante anche la movimentazione dei veicoli: 3400 automobili in arrivo a fronte di 5200 in partenza. Si chiude così non soltanto il ponte della festa dei lavoratori, ma anche quel lungo ponte ideale il cui inizio potremmo far coincidere con il Giovedì Santo, che quest’anno è caduto il 18 aprile, fino al primo maggio. In sostanza, tre momenti festivi (in mezzo c’è stata ovviamente la celebrazione della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo), che hanno formato una prolungata striscia festiva. Molti sono stati infatti i turisti, italiani e stranieri, che hanno programmato qualche giorno di ferie in modo tale da “saldarli” con le  festività, riuscendo a crearsi una vera e propria vacanza.

Foto LaPresse – Gerardo Cafaro Martedì 22 Agosto 2017, Pozzuoli (Italia) cronaca Terremoto Ischia, i turisti in fuga dall’isola Nella foto: Terremoto Ischia, i turisti in fuga dall’isola sbarcati a Pozzuoli. Photo LaPresse – Gerardo Cafaro Tuesday 22nd August 2017, Pozzuoli (Italy) News Ischia earthquake In the picture: Ischia earthquake.

Se ai dati diramati ieri uniamo anche quelli durante i giorni di Pasqua e della Liberazione, otteniamo un totale di circa 110mila passeggeri sbarcati sull’isola, e circa diecimila vetture. Tra l’altro, va anche considerato che il meteo, a essere sinceri, non è stato del tutto ideale, con diversi giorni a cielo coperto, che non hanno mancato di regalare talvolta pioggia e vento oltre a temperature non proprio primaverili. In ogni caso non sono mancate le occasioni per i primi bagni stagionali, né ovviamente, per la solita controversia tra chi giudica positivamente i riscontri numerici  e chi invece mette in guardia dal badare solo alla quantità, senza invece considerare la qualità del turismo che Ischia riesce ad attirare. Insomma, il solito dilemma che caratterizza da decenni  l’offerta turistica di Ischia. Tutti sono consapevoli che la quantità non è affatto sinonimo di qualità, in quanto il low cost incoraggia determinate fasce di visitatori che di fatto apportano poca ricchezza al territorio vista la bassa capacità di spesa che non alimenta le attività collaterali, in primis il commercio. In ogni caso, anche considerando che il mese di maggio non è tradizionalmente fra i più “affollati” dell’anno, il ponte prolungato appena terminato viene generalmente considerato come una sorta di anteprima in grado di dare riscontri indicativi per il resto della stagione turistica. Intanto, un discreto afflusso è previsto anche per il prossimo weekend, in occasione della ormai tradizionale gara ciclistica “Ischia 100”, che si svolgerà domenica mattina, impegnando i concorrenti in un triplice giro dell’isola.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close