Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ponte di Ferragosto, 27mila arrivi a Ischia

dalla Redazione

ISCHIA – 27mila arrivi dal giorno 14 alle ore 18 di martedì 16. Eccoli, i numeri che certificano il boom di Ferragosto dell’isola d’Ischia. Nel sistema turistico regionale continuiamo a recitare un ruolo di primissimo piano, nonostante i mille problemi che ancora oggi attanagliano l’isola. I dati sono certificati dal comandante della Capitaneria di Porto di Ischia Alessio De Angelis e riguardano i passaggi in entrata nei tre porti turistici dell’isola effettuati dalle sole compagnie di navigazione del Golfo, senza tenere in considerazione le imbarcazioni private che a migliaia hanno occupato baie ed insenature dell’isola. Unica nota stonata il numero abnorme di veicoli sbarcati sull’isola: 1.484 transitate dai porti di Ischia e Casamicciola nello stesso arco temporale, a conferma del totale e conclamato fallimento delle politiche adottate dalle amministrazioni dell’isola per ridurre il traffico veicolare in nome di una maggiore vivibilità del territorio. Ma il dato sugli arrivi, nel suo complesso, è comunque significativo: l’isola nella sua interezza ha segnato il tutto esaurito nel ponte più significativo dell’estate.

Numeri alla mano, è stato un Ferragosto migliore di quello del 2015, anno del recupero in grande stile del mare ischitano e che non ha raggiunto per un soffio la performance fatta registrare nel 2012, la migliore stagione recente dalla crisi economica in avanti.

Ne ha beneficiato l’economia isolana, in affanno dopo un inizio di stagione da dimenticare, contraddistinta da continui temporali e numeri bassi in entrata. Ma attenzione: non è una ripresa strutturale. Il sistema economico isolano è ancora lontano dai numeri degli anni ’90, anni in cui l’isola visse la sua stagione d’oro. C’è però una nuova tendenza che va registrata: l’isola piace sempre di più alle giovani coppie, spesso accompagnate da figli. Sono loro ad aver fatto reggere i numeri dell’isola, che progressivamente pare piacere sempre meno al turismo napoletano.

I movimenti in entrata, inoltre, sono stati superiori anche a quelli in uscita. Nello stesso periodo di riferimento, sono state 24mila le persone a prendere un vettore in direzione della terraferma. Significa che in meno di due giorni l’isola ha fatto registrare un incremento di presenze di circa 3mila unità, sfondando di fatto il punto critico delle 250mila presenze complessive, tra residenti e turisti. I veicoli in uscita, infine, sono stati 1.164.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x