CRONACAPRIMO PIANO

Ponte toccasana per il turismo, a Ischia 23.100 arrivi

I numeri riguardano i passeggeri sbarcati nei porti isolani da venerdì 26 fino a domenica 28 maggio: le partenze sono state 23.000 per un totale di 46.100 persone in transito. E si spera che con il Ponte della Festa della Repubblica la stagione entri finalmente nel vivo

Segnali di ripresa tutt’altro che timidi, soprattutto se si considera che parliamo di maggio, un mese che turisticamente non ha mai rappresentato il top per l’isola d’Ischia in termini di numeri. Ma i numeri diffusi dall’ufficio circondariale marittimo – guidato dal t.v. Antonio Cipresso – nella giornata di ieri lasciano ben sperare per il futuro, anche quello immediato: è in arrivo il ponte della Festa della Repubblica, con il 2 giugno che cade proprio di venerdì. Manco a dirlo, un altro regalo (non il primo e non sarà neppure l’ultimo) del calendario che potrebbe spianare la strada ad un pienone nell’attesa che arrivi quel periodo dell’anno che fino a settembre possa regalare la giusta boccata d’ossigeno ad una realtà come quella isolana che fa del turismo la sua unica fonte di sostentamento. Scendendo nello specifico, tra venerdì 26 e domenica 28 maggio nei porti di Ischia, Casamicciola (ancora a mezzo servizio per le note vicende) e Forio si sono registrati complessivamente 46.100 passeggeri in transito equamente distribuiti tra 23.100 arrivi e 23.000 partenze. In una nota diffusa dalla guardia costiera, si legge che è stato “costante il monitoraggio e controllo nei porti da parte del personale della Guardia Costiera, con il coordinamento della Direzione marittima di Napoli”. Per poi aggiungere che “tutte le operazioni di sono svolte e in sicurezza senza particolari criticità. Anche in mare non sono stati riscontrati eventi o situazioni pericolose”.

Le perplessità di Luca D’Ambra: «Numeri confortanti, anche se a guardare la ricettività alberghiera mi chiedo tutta questa gente dove vada a dormire»

Luca D’Ambra

Così ha commentato i dati emessi dalla capitaneria il presidente di Federalberghi Ischia e Procida, Luca D’Ambra, che si pone anche un (inquietante) interrogativo: «I numeri sono positivi ma continuo a domandarmi dove vada a dormire tutta questa gente che sbarca sulla nostra isola perché non vediamo riscontri adeguati ai dati che emergono. Evidentemente c’è qualcosa che ci sfugge. Voglio poi sottolineare un’altra cosa, dopo Casamicciola adesso anche a Procida sono iniziati i lavori alla banchina del porto. Ma mi domando, è possibile che opere del genere debbano essere eseguite di questi tempi? Credetemi, alle volte ho davvero la percezione che certa gente sia sconnessa dalle esigenze territoriali. Così si arrecano danni terribili all’indotto…».

Il sindaco di Casamicciola Giosi Ferrandino: «Serve migliorare i servizi ma sin da subito cambiare l’attuale politica dei trasporti»

Giosi Ferrandino

Un commento ai numeri lo abbiamo chiesto anche al sindaco di Casamicciola, Giosi Ferrandino: «A mio avviso il segnale che è arrivato è positivo – spiega – anche se quanto perso non si recupera. I riscontri che arrivano sono dunque confortanti, anche se non siamo ancora ai livelli cui eravamo abituati. Serve ancora un po’ di tempo per tornare a contare flussi ai livelli pre pandemia per tutta una serie di fattori. Ischia, innanzitutto, ha bisogno di una seria azione di marketing e di un forte miglioramento dei servizi ma più di ogni altra cosa di un cambio dell’attuale politica dei trasporti. Ecco, queste sono questioni da affrontare subito e in sinergia tra tutti i Comuni. Bisogna approfittare del momento di boom turistico che sta vivendo l’Italia, se ci organizziamo bene abbiamo tutte le carte in regola per recuperare numeri da destinazione top».

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex