Statistiche
CRONACA

Porto di Lacco, il Comune ci crede e vara un nuovo affidamento

Approvata la manifestazione d’interesse per i servizi portuali ausiliari, dal prossimo primo dicembre fino al 30 aprile 2022

Dopo l’appello al Consiglio di Stato, ecco l’avviso per l’affidamento dei servizi portuali ausiliari. È chiara la volontà del Comune di Lacco Ameno di non lasciare alcuna strada intentata pur di veder riconosciuto il diritto a riprendere le redini della gestione diretta del porto turistico, che il Tar per il momento ha lasciato in mano alla società Marina di Capitello, nonostante la scadenza della concessione quinquennale. Con apposita delibera di giunta, su impulso del consigliere Giovanni De Siano, è stato dato indirizzo al settore dei lavori pubblici affinché fosse varato l’avviso di manifestazione d’interesse per l’affidamento del servizio per il funzionamento dell’approdo turistico di Lacco Ameno per la durata di cinque mesi, dal primo dicembre al 30 aprile 2022. In altre parole, se il Comune vedrà riconosciute le proprie ragioni, bisognerà essere pronti a garantire i servizi ausiliari, secondari, strumentali e accessori.

Nello specifico, l’appalto ha per oggetto una serie di prestazioni: sorveglianza diurna e notturna dell’area portuale e zone pertinenti, ventiquattr’ore su ventiquattro; pulizia di tutta l’area dell’approdo, dello specchio acqueo, dell’edificio destinato alla vendita del pesce e dei connessi servizi; gestione affitto posti barca e servizi annessi; assistenza all’ormeggio e disormeggio, eventualmente anche mediante l’utilizzo di altra imbarcazione; controllo segnalamenti marittimi; controllo regolare utilizzo della raccolta differenziata dei rifiuti; pronto intervento in caso di incendio e di qualsiasi altra emergenza.

L’importo stimato per il servizio è pari ad un importo di € 54.377,94, al netto della tassazione di legge. L’importo soggetto a ribasso è pari ad € 17.330,60, oltre IVA come per legge, oltre a € 37.047,34, per costo del personale non soggetto a ribasso. La scelta del contraente, fermo restando il necessario possesso dei requisiti di carattere generale, avverrà sulla base dei criteri connessi al possesso dei requisiti minimi di idoneità professionale, capacità economica, capacità finanziaria e capacità tecniche, stabiliti in ragione dell’oggetto e dell’importo del contratto. La stazione appaltante, una volta valutata l’idoneità delle istanze, provvederà alla selezione di cinque operatori economici.

L’affidamento del servizio avverrà mediante procedura negoziata con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo. L’avviso specifica che la presentazione della candidatura non genera alcun diritto o automatismo di partecipazione ad altre procedure di affidamento sia di tipo negoziale che pubblico; infatti la presentazione delle offerte, la richiesta di documentazione e l’aggiudicazione non vincolano la Stazione Appaltante né sono costitutive di diritti in capo ai concorrenti e la partecipazione alla procedura non dà alcun diritto all’aggiudicazione essendo la stessa doverosamente subordinata alla materiale disponibilità delle aree in capo all’Ente; infatti, la Stazione Appaltante, si riserva di sospendere, revocare o annullare la procedura di gara in qualsiasi fase della stessa, anche successiva all’aggiudicazione senza che i concorrenti abbiano per ciò, nulla a pretendere. Come termine ultimo per la ricezione delle istanze di partecipazione il giorno 6 dicembre 2021 alle ore 10.00. Il Responsabile Unico del Procedimento è l’architetto Vincenzo D’Andrea.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x