Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Porto d’Ischia, approvate le tariffe per il 2017

Il Comune capofila ha reso note le tariffe per i diportisti nelle aree all’interno del porto d’Ischia. Com’è noto, l’ente di via Iasolino è titolare di una prima concessione demaniale regionale relativa allo specchio d’acqua di 832 mq nel tratto denominato “O’ Fraulese” tra la bitta 43 e la 46, distribuiti per un fronte di 32 metri e una profondità di 26, da utilizzare a fini di pubblica utilità. Stessa destinazione per la seconda concessione, relativa a una superficie di 788 metri quadri nel tratto denominato “Palazzo D’Ambra” tra la bitta 64 e la bitta 69, su un fronte di 18 metri e una profondità di 12, tra la bitta 67 e 69, e per una profondità di 26 metri tra la bitta 64 e 67. Tali spazi in concessione presentano tuttora una serie di inconvenienti, quali il basso pescaggio del fondale in banchina che non permette l’accosto per l’imbarco degli ospiti, la mancanza di approvvigionamento di corrente elettrica e acqua dolce, oltre al fatto che è possibile solo l’ancoraggio, senza guardiania né tantomeno ormeggio, né la garanzia di salvaguardia delle imbarcazioni in caso di: risacca delle navi da traffico, cattive condizioni meteo e rotture delle cime ai ferri.  Nello specifico, il tariffario per la zona di Palazzo D’Ambra sarà il seguente: fino ml 7,00 € 1.500,00 annuale (€ 4.10/giorno); fino ml 6,5 € 1.000,00 annuale (€2.73/giorno); fino ml 6,0 € 800,00 annuale (2,19/giorno); fino ml 5,0 € 500,00 annuale (€ 1,37/giorno). Nella zona “O Fraulese”, fino ml 20 € 4.500,00 annuale; fino ml 18 € 4.000,00 annuale; fino ml 14 € 3.500,00 annuale; fino 12 ml € 3.500 annuale. Al listino dei prezzi sopra esposto per la concessione “Palazzo D’Ambra” potranno essere applicate particolari e motivate riduzioni fino a un massimo del 30% per determinate categorie di soggetti con particolari disagi economici o invalidità. Tali riduzioni saranno applicate dal soggetto gestore previa determinazione e regolamentazione da inviare preventivamente all’assessorato al Demanio del Comune, che potrà formulare eventuali osservazioni vincolanti. Nella zona del “Fraulese” la riduzione delle tariffe è subordinata alla contrattualizzazione entro 60 giorni dalla pubblicazione della più recente delibera di giunta, mentre per le contrattualizzazioni successive ai 60 giorni, si applicheranno le tariffe della delibera precedente.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex