ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Porto e rebus taxi, Castagna scrive all’ammiraglio

Sembra un rebus impossibile da risolvere, o se preferite si tratta della classica coperta sempre troppo corta. Parliamo della problematica triangolazione in salsa casamicciolese tra l’amministrazione, i tassisti e il porto. Quest’ultimo, già oggetto di una contesa che, come si ricorderà, pochi giorni fa ha rischiato addirittura di portare alla chiusura dello scalo in piena stagione turistica, è da diverso tempo al centro di un’estenuante “trattativa” alla ricerca della miglior collocazione possibile per la sosta dei taxi. Il Circomare di Ischia lo scorso anno emanò un’apposita ordinanza, la 76/2016, stabilendo il divieto assoluto per la sosta dei taxi nella zona portuale. La disposizione non incontrò il favore delle parti in causa: numerosi furono gli incontri in cui venne ripetutamente chiesto di dare la possibilità ai tassisti di far sostare i propri mezzi di fronte alla biglietteria denominata “Italia ’90”. Tuttavia, l’ufficio competente ha sempre risposto “picche” a tali richieste.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close