Statistiche
ARCHIVIO 5POLITICA

Porto turistico, “Per Procida” chiede consiglio comunale

Di Guglielmo Taliercio

PROCIDA – Il confronto politico, in vista della decisione della Corte dei Conti che dovrà esprimersi, a breve, sullo stato di attuazione del Piano di Riequilibrio Finanziario dell’Ente, continua a mantenersi caldissimo ed il gruppo politico “Per Procida”, in una lettera indirizzata al Sindaco Dino Ambrosino, al Consigliere delegato al bilancio, dott. Giovanni Villani, al Presidente del Consiglio Comunale, Avv. Antonio Intartaglia e al  Ragioniere capo del Comune, dott. Vincenzo Roggiero, torna sulla problematica relativa alle quote detenute dal Comune all’interno della società che gestisce il porto turistico di Marina Grande, la Marina di Procida Spa, formulando uno proposta e richiedendo la convocazione di una seduta del Civico Consesso.

“I sottoscritti Consiglieri comunali – si legge nella nota – in riferimento alla partecipazione nel Marina di Procida chiedono quanto segue dopo aver premesso:

che grazie alla forte azione della precedente Amministrazione si è evitato di perdere la quota di  partecipazione nella società in oggetto ottenendo una proroga per il pagamento della quota spettante al Comune di ben 14 mesi (in genere nelle società per azioni non si superano i 30/60 giorni) con un verbale di assemblea che ha strettamente vincolato il socio di maggioranza a rispettare la partecipazione del Comune;

che tale determinazione è stata oggetto di discussione sia nel Consiglio comunale del  23 dicembre 2014, sia dalla nota del Presidente del Consiglio della precedente consiliatura che, con lettera del maggio 2015, ricordava al ragioniere capo ed al Sindaco p.t. la necessità di inserire nel bilancio 2015 la somma necessaria;

Ads

che da notizie apparse pare che finalmente l’Amministrazione comunale, che ha omesso di predisporre il bilancio 2015 in tal senso, si sia resa conto di tale necessità e che i sottoscritti, al di là del ruolo di minoranza, ritengono che tale atteggiamento sia, pur se tardivo, positivo;

Ads

tutto ciò premesso, chiedono: di impegnare entro il 30 novembre 2015 la somma necessaria per la completa riappropriazione del 49 %; in via alternativa convocare immediato Consiglio Comunale con adozione di delibera impegnativa del bilancio 2016 (circostanza prevista dalla legge e già in passato adottata) che copra tutta la necessità per ottenere la copertura del 49 %; si dichiarano disponibili a concordare le modalità di adozione della deliberazione e di votare un atto nell’interesse dell’ Ente stesso. In caso di risposta negativa – conclude il documento – si riservano ogni azione. La presente vale quale espressa richiesta di convocazione del Consiglio comunale”.

Contestualmente, il consigliere comunale Menico Scala, in rappresentanza del Gruppo Politico “Per Procida”, ha fatto richiesta al Presidente del Consiglio Comunale che le interrogazioni relative all’affidamento dei servizi per la “Sagra del Mare”, all’affidamento per noleggio fotocopiatrici e alla Concessione del Condono edilizio, vengano trasformate in mozione e quindi inserite nell’ordine del giorno della prossima seduta del Civico Consesso.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x