Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Poste,  Il comune di Serrara Fontana ricorre alle vie legali

di Sara Mattera

Serrara Fontana.  Pugno duro da parte dell’amministrazione del Comune di Serrara Fontana contro Poste Italiane. È stata, infatti, approvata, in sede di Giunta Comunale la delibera avente ad oggetto “l’autorizzazione a proporre giudizio contro Poste Italiane”.  Un atto questo, con il quale, l’amministrazione del Comune montano, guidata dal sindaco Rosario Caruso, si propone di promuovere un’azione legale contro i numerosi disservizi postali che l’azienda in questione sta perpetrando, ormai da mesi, ai danni dei cittadini isolani.  Il Comune ha, infatti, demandato, nei giorni scorsi, l’ufficio amministrativo dell’ente locale, ad individuare un legale a cui affidare la tutela della posizione giuridica fatta valere dall’ente nei confronti di Poste Italiane, stanziando la somma di cinquecento euro per il conferimento del suddetto incarico.  Con l’approvazione della delibera,  è andato così concretizzandosi quanto era già stato preannunciato agli inizi del mese di Dicembre dallo stesso sindaco   di Serrara Fontana che aveva mostrato la  propria volontà di avviare una class action contro le poste – anche con il supporto degli altri Comuni isolani  – sollecitato, non solo dalle numerose segnalazioni di protesta  da parte dei residenti del posto e non solo, ma anche dai disagi che la stessa amministrazione stava patendo a causa del mancato recapito della propria corrispondenza.  E soprattutto anche dalle continue denunce del nostro quotidiano, che ha reiteratamente mostrato e messo in “vetrina” una serie di spaventosi disservizi.

Una class action auspicata anche dal Consigliere di Forza Italia della Regione Campania, l’avvocato Maria Grazia Di Scala, che, qualche giorno fa, aveva dichiarato di essere pronta ad un’azione collettiva per patrocinare i cittadini isolani contro Poste Italianne. Anche gli amministratori locali, insomma, cominciano ad essere stanchi dei disservizi causati dalle poste.  Nel frattempo, mentre nel Comune montano e non solo si è pronti a passare alle vie legali, questa settimana – lo ricordiamo –  come abbiamo anticipato anche nell’edizione di ieri di questo giornale, dovrebbero prendere servizio, sul territorio isolano, tre nuovi postini, assunti a contratto a tempo determinato che andranno – almeno si spera – ad arginare la grave carenza di personale venutasi a creare in questi ultimi mesi.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex