Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Premio Ischia «quella di quest’anno è un’edizione memorabile», la parola a Benedetto Valentino

Lacco Ameno – Vale la pena oggi organizzare un premio internazionale di giornalismo? È questa la domanda che abbiamo posto a Benedetto Valentino uno degli organizzatori del Premio, che ci ha risposto «ce lo siamo chiesti spesso anche noi e la risposta è sì, vale la pena se diamo contenuti seri all’iniziativa. Credo che quest’anno sia stato importante ad esempio parlare della questione dei giornalisti sotto minaccia, come nel caso di questi ragazzi di Raqqa che svolgono una funzione importantissima, quella di far conoscere al mondo problematiche dei diritti umani». L’essersi concentrarti quest’anno sulla questione internazionale ha dato una svolta al premio Ischia che sta per archiviare un’edizione davvero memorabile, «un ministro degli esteri mancava dall’ 87. L’ultimo che venne in veste ufficiale fu Andreotti; quest’anno abbiamo avuto Gentiloni. Insomma, sono queste le edizioni che mi emozionano di più, avere un ministro qui al premio Ischia è un grosso prestigio». Una novità di quest’anno è l’idea lanciata da Benedetto Valentino che vede Ischia una free press area, «ho lanciato questo brand in cui Ischia diventa terra d’accoglienza di tutti i giornalisti del mondo che fanno informazione anche a rischio della propria vita. Diamo un senso di qualità all’isola e quale veicolo migliore per coloro che informano gli altri se non quello di avere un brand così forte?». Intanto si lavora già alla 38° edizione quando l’attenzione sarà sempre rivolta alla guerra e ai diritti umani, ma ci si sposterà sul fronte americano. ISPU – foto Lucia De Luise

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x