Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Prevenzione anti contagio, continuano i controlli dei Carabinieri

Due persone denunciate per diffusione colposa di epidemia a Sant’Angelo. Non si ferma l’assistenza dei militari dell’Arma alle persone anziane, alle prese con le restrizioni delle misure anti-coronavirus

Proseguono senza sosta le attività di controllo delle Forze dell’ordine sul territorio isolano in funzione di prevenzione e di verifica del rispetto delle norme anti-coronavirus. I Carabinieri della Compagnia di Ischia, guidati dal Capitano Angelo Pio Mitrione, hanno anche garantito l’assistenza agli anziani, che in questi tempi di generale sospensione delle attività sono particolarmente esposti a potenziali difficoltà di vario tipo. È proprio uno di questi casi che i militari ieri hanno provveduto a risolvere. Una signora di circa settant’anni non era stata in grado di riavviare l’ impianto elettrico della sua abitazione, e temendo di rovinare gli alimenti che conservava in frigorifero si è affacciata alla finestra chiedendo aiuto.

Impegnati nei controlli anti-contagio, i carabinieri del Nucleo Operativo di Ischia hanno sentito la richiesta di aiuto e l’hanno raggiunta – con i dispositivi di protezione indossati – nella sua abitazione. Hanno individuato la causa del guasto e ripristinato la corrente elettrica: dalla 70enne i militari hanno ricevuto enorme gratitudine.

Tuttavia l’attività principale è stata quella rivolta ai controlli per prevenire ed eventualmente reprimere i comportamenti irresponsabili di cittadini recalcitranti all’obbedienza delle norme che il Governo ha stabilito col decreto “Io resto a casa”. Infatti gli stessi militari hanno denunciato per diffusione colposa di epidemia due 26enni di Ischia, sorpresi in strada nonostante fossero stati posti in isolamento dall’Asl. L’episodio denota il persistere della gravissima irresponsabilità che taluni isolani ancora mettono in mostra, recando potenziali gravissimi rischi all’intera comunità, che profonde notevole sforzo e sacrificio nell’osservanza delle norme di prevenzione e contenimento della diffusione del Covid-19.

I due giovani erano infatti rientrati dalla Regione Lombardia, una delle più colpite dalla contagio. Essendo dunque dei potenziali del coronavirus, essi erano in quarantena da diversi giorni. Tuttavia i due non hanno saputo però resistere alla tentazione di una passeggiata notturna nel borgo di Sant’Angelo. L’orario e il posto non sono comunque bastati a sfuggire ai controlli: quando hanno avvistato la pattuglia, i due 26enni si sono accucciati dietro un muretto, nella vana speranza di farla franca. La cosa non è però sfuggita ai militari che hanno identificato e denunciato i due. Purtroppo episodi del genere risultano ancora non essere isolati, e sono molti quelli che forse non hanno ancora preso compiuta consapevolezza dell’importanza di rispettare l’isolamento domiciliare come principale misura per evitare o almeno frenare il contagio. Troppa imprudenza e leggerezza si registra in una minoranza di persone che rischia di vanificare l’impegno della maggioranza dei cittadini. Il “nemico invisibile” con ogni probabilità non viene percepito ancora nella sua adeguata dimensione.

I Carabinieri sono entrati in azione anche nella vicina isola di Capri: sono cinque le persone denunciate, due italiani e tre stranieri, a causa della violazione delle norme varate dal Governo. Anche nei giorni scorsi erano stati presi simili provvedimenti nei confronti di un gruppo di sette ragazzi impegnati a giocare a pallone, mentre altri due ragazzi erano invece stati fermati nei pressi dello scalo portuale.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Zorro

E chi controlla i cantieri edili …abusivi con operai che lavorano senza mascherine e i camion che trasportano il relativo materiale soprattutto nel Comune di Forio(Panza e Citara)?Solo i pedoni devono rispettare il Decreto?

Zorro

Si d’accordo ma chi controlla in questo periodo i cantieri……abusivi ove lavorano senza mascherine e i mezzi di trasporto di materiale che vanno e vengono soprattutto nelle zone di Forio,Panza e Citara?basterebbe piazzarsi fuori i depositi…visto che ne stanno anche approfittando dei poveri lavoratori

Back to top button
2
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x