CRONACA

Prevenzione del contagio, Castagna pronto a chiedere la disponibilità del Palazzo Reale

Il primo cittadino di Casamicciola intende inviare un’istanza al Prefetto e ai vertici dell’Esercito per ottenere la possibilità di utilizzare alcune aree della struttura a scopo di quarantena e degenza in caso di emergenza sull’isola

La proposta del sindaco Giovan Battista Castagna sta diventando concreta. Il primo cittadino del Comune termale è pronto a chiedere al Prefetto e ai vertici dell’Esercito la disponibilità di alcune aree del Palazzo Reale di Ischia per adibirle e attrezzarle nell’ottica di prevenzione del rischio di epidemia da Covid-19. La velocità di contagio del virus ha messo in allarme il Governo che negli ultimi giorni ha adottato misure progressivamente sempre più stringenti. E anche sull’isola la popolazione e le amministrazioni guardano con attenzione e preoccupazione alle modalità di prevenire o comunque di ridurre le conseguenze di una diffusione sul territorio dei sei Comuni che, come è noto, può contare sull’unica struttura ospedaliera del Rizzoli di Lacco Ameno, proprio laddove era stato riscontrato un caso di positività di un turista, poi trasferito al Cotugno di Napoli. Il nosocomio lacchese possiede un unico reparto di terapia intensiva con la disponibilità di sole quattro postazioni. Un numero esiguo, se si pensa, come fa presente la richiesta del Comune di Casamicciola, che il virus si sta rapidamente diffondendo quasi esponenzialmente con casi di contagio giornalieri in Italia e nel resto del mondo. E un’eventuale diffusione sul territorio isolano porterebbe un numero di contagi tale da non poter essere assolutamente sostenuto dall’ospedale Rizzoli, chiamato a sostenere le esigenze di circa 70mila abitanti.

Ma proprio considerando che fino a questo momento sull’isola la situazione può definirsi sotto controllo, grazie anche alla costante attività condotta dalle amministrazioni locali, è opportuno muoversi in anticipo per cercare di parare le eventuali conseguenze, nel caso in cui la situazione dovesse cambiare da un momento all’altro, vista e considerata anche la forte affluenza di turisti provenienti da tutto il mondo.

Di qui la convinzione che sia necessaio intraprendere e adottare ogni misura utile al fine di scongiurare un’ipotetica epidemia, considerando anche la possibilità di destinare alcune strutture sul territorio isolano a luoghi dove possibili casi di Covid-19 possano restare in osservazione, senza recare ipotetici danni e contagi a persone non infette: in sostanza, a trascorrere la quarantena.

Una di queste strutture potrebbe essere appunto il Palazzo Reale di Ischia, dotato di camere e servizi che appaiono idonei all’uso per fronteggiare l’emergenza. Il sindaco Castagna è quindi propenso a chiedere la valutazione d’urgenza possibilità di destinare come detto alcuni spazi del Palazzo Reale di Ischia a zone di quarantena, oppure come luogo di degenza per eventuali e ulteriori ricoveri in caso di sovraffollamento dell’Ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, allo scopo di poter garantire un piccolo presupposto di tranquillità per la popolazione locale, limitare il contagio e scongiurare una possibile epidemia. Alle autorità militari e al Prefetto viene anche chiesto in subordine di valutare la disponibilità di altri fabbricati presenti sul territorio isolano che possano essere idonei all’uso.

«Fino a questo momento sull’isola la situazione è sotto controllo, grazie anche all’instancabile attività condotta dai sindaci e dalle amministrazioni locali, tuttavia è bene essere preparati ad affrontare una eventuale emergenza: per questo motivo chiederò alle autorità competenti di utilizzare l’attuale sede del Palazzo Reale di Ischia come area da destinare a zona di quarantena oltre che luogo di degenza per eventuali e ulteriori ricoveri in caso di sovraffollamento dell’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno». aveva detto pochi giorni fa il sindaco di Casamicciola Giovan Battista Castagna. «Credo che mai come in questo momento – aveva aggiunto Castagna – poter contare su un sito alternativo rappresenterebbe una garanzia ed un motivo di tranquillità in più per la popolazione locale, spero ardentemente che questa proposta possa trovare accoglimento».

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Pulsante per tornare all'inizio
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex