Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Primo gradino per il seminarista Paolo Buono in attesa di diventare Sacerdote

Nella storica famiglia del futuro nuovo sacerdote ischtano ci sono stati un Vescovo (Francesco Morgioni) e un Canonico della Cattedrale di Ischia Ponte ( Giovan Giuseppe Cortese)

DI GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO Fotoreporter

“Grato al Signore che ha sempre a cuore il bene del suo gregge che è in Ischia con grande gioia annuncio l’ Ammissione fra i candidati all’Ordine Sacro del diaconato e del presbiterato del seminarista Paolo Buono”. Queste sono state le semplici, ma efficaci parole con cui in un pubblico comunicato, il Vescovo della Diocesi isolana Sua Ecc. Mons. Pietro Lagnese aveva annunciato che la Chiesa di Ischia consentiva al seminarista ischitano Paolo Buono praticante abitualmente presso la Chiesa Parrocchiale di San Pietro a Porto d’Ischia guidata dal parroco Don Agostino Iovene a salire il primo gradito di un percorso in salita che lo porterà, da qui ad un anno circa a diventare Lettorato ed Accolito prima, Diacono poi dopo un anno ancora e Sacerdote della Chiesa che è in Ischia a conclusione della trafila d’obbligo chiamato a compiere, entro tre anni da oggi.

La cerimonia di ammissione all’Ordine è avvenuta nei giorni scorsi in Cattedrale con un rito solenne a cui hanno partecipato il clero diocesano di Ischia, seminaristi, familiari del candidato Paolo Buono, fedeli ed amici. Per Paolo Buono ormai sul cammino del prossimo diaconato, va detto che buon sangue non mente se si considera che il giovane aspirante prete vanta una discendenza diretta di prestigio per parte di nonna paterna relativa a due prelati quali membri di spessore che la propria famiglia Buono-Morgioni-Cortese può fregiarsi di aver annoverato nelle proprie file. infatti ci riferiamo, sia pur vissuti in epoche diverse e lontane fra loro, a Sua Ecc. Mons. Francesco Morgioni nato a Ischia il 1° settembre del 1661 da Nicola Morgioni e da Domenica Sorrentino. Fu Vicario Generale della Diocesi isolana, Vescovo di Ruvo di Puglia e poi di Minori e Maiori e Vietri sul Mare.

Mori ad Ischia il 18 novembre del 1712. Altro discendente importante della storica famiglia all’origine allargata e ramificata di Paolo Buono è il non dimenticato, almeno per noi, Mons. e Canonico della Cattedrale degli anni ’40 e ’50 Giovan Giuseppe Cortese professore e storico Rettore del Seminario di Ischia accanto al Vescovo del tempo Mons. Ernesto De Laurentiis che gli affidò anche la rettoria della chiesa della Madonna del Carmine in località Cappella a Ischia. Sono questi episodi storici che riguardano una famiglia di lunga e salda militanza cattolica dentro e al di fuori della Chiesa ischitana. La famiglia Buono ultima depositaria di una storia di princìpi, valori e di fede cattolica, vive oggi il sogno della continuità riposto nel giovane Paolo prossimo terzo sacerdote di una dinastia sempre in cammino, che non si estingue.

Info@ischiamondoblog.com 

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x