Statistiche
CRONACA

Priorità di scarico, Baldino scrive alla Sapna

Il dirigente comunale di Casamicciola ha chiesto il rispetto della fila per i mezzi provenienti dall’isola anche alla luce della rimodulazione dei trasporti in tempo di Coronavirus

È stato il dirigente del Comune di Casamicciola, Michele Maria Baldino, a scrivere alla Sapna – Sistema Ambiente Provincia di Napoli – per chiedere il rispetto della priorità di scarico per i camion provenienti dall’isola. «Sono a rappresentarvi – ha scritto il dirigente del Comune – che l’isola di Ischia è vincolata, per il trasferimento a terraferma dei rifiuti prodotti, inevitabilmente, agli orari fissati dai trasporti marittimi in essere nonché agli orari di autorizzazione allo sbarco ed alla circolazione dei propri mezzi nel comune di Pozzuoli. Dette circostanze sono in questo momento ancora più stringenti vista la drastica riduzione del numero dei collegamenti giornalieri da e per l’isola». L’emergenza Coronavirus, infatti, ha posto in essere una serie di misure restrittive tra cui il taglio delle corse di aliscafi e traghetti da e per l’isola di Ischia. «In questo contesto è ancor di più necessario venga garantito ai relativi automezzi una priorità nello scarico al fine di evitare il già esistente disagio che scaturisce dalle circostanze sopra riferite. Diversamente, il rallentamento delle fasi di scarico unitamente ai tempi necessari per il ritorno sull’isola, determinerebbe (come in effetti sta accadendo) l’impossibilità di garantire un tempestivo ricambio dei cassoni necessari allo stoccaggio dei rifiuti, a sua volta impedendo la raccolta dei rifiuti sul territorio ed innescando un pericoloso ciclo in grado di determinare uno stato di emergenza poco sostenibile, soprattutto in questo momento». Pensare che i gli operatori del servizio di igiene urbana dei Comuni dell’isola possano rispettare la fila e fare lunghe code è impensabile. Gli operatori rischierebbero di restare sulla terraferma per ore.

«Onde evitare quindi l’aggravarsi delle problematiche denunziate, ed i rischi connessi alla salute pubblica, di cittadini e turisti, Vi chiediamo nuovamente di consentire alla società Azienda Multiservizi Casamicciola srl, e comunque ai mezzi provenienti dall’isola di Ischia, l’ingresso prioritario agli Stir competenti al fine di consentire l’immediato scarico dei rifiuti prodotti». Lo scorso settembre dopo alcune settimane di stop è stato ripristinato il diritto di precedenza nel deposito dei rifiuti nell’area dello Stir di Giugliano per gli auto-compattatori provenienti dalle isole. Nel periodo di stop erano stati enormi i disagi per gli addetti che non potevano programmare il rientro sulle isole. Motivo della revoca, una serie di pagamenti mancati da parte di alcuni Comuni alla Sapna (Sistema Ambiente Provincia di Napoli). Circostanza che aveva messo subito in allarme le amministrazioni isolane: nel giro di pochi giorni e di alcune riunioni, si è fortunatamente trovata la quadra. I Comuni inadempienti hanno concordato con la Sapna il pagamento dilazionato delle somme dovute. Grazie a questo accordo, è stata nuovamente concessa la priorità nello sversamento dei rifiuti ai mezzi in arrivo dalle isole del Golfo. I compattatori delle aziende che operano a Ischia dalle ore 2.00 alle ore 5.00 potranno nuovamente godere di questa deroga che consente agli autisti di programmare il ritorno sull’isola. Non sempre, però, la priorità viene rispettata. E per questo motivo, anche alla luce delle difficoltà dei trasporti legata all’emergenza Coronavirus, che il dirigente ha chiesto nuovamente il rispetto della priorità di scarico.  

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x