Statistiche
ARCHIVIOCULTURA & SOCIETA'

Privacy e sicurezza online: perché sono importanti sempre più

Nel corso degli ultimi anni abbiamo imparato ad utilizzare ed apprezzare sempre più le nuove tecnologie che ci vengono in sostegno durante le varie attività che possiamo portare avanti online.

Allo stesso modo, però, abbiamo dovuto imparare ad utilizzare in maniera corretta il web soprattutto per non incorrere in rischi che possono essere piuttosto seri. Uno dei temi più importanti e che tengono banco in questi ultimi mesi è quello della privacy online. Possiamo definirla come l’insieme di norme finalizzate a garantire un trattamento dei dati personali, svolto nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali di ogni persona. Il principio fondamentale su cui si basa il concetto di privacy risiede nel diritto, che tutti noi abbiamo, che i nostri dati personali siano adeguatamente protetti. Non solo: ad oggi, il concetto di Privacy include non soltanto il diritto alla riservatezza ma anche quello di scelta circa l’uso che vogliamo che terze parti facciano dei nostri dati.

Perché è importante proteggere la privacy online

I nostri dati sono molto preziosi e per questo motivo vanno protetti. Prendiamo in considerazione le applicazioni. Ci forniscono un servizio, la maggior parte delle volte in maniera gratuita, e in cambio accumulano migliaia di dati. Quante sono le persone che leggono le condizioni di servizio che spiegano come verranno utilizzate queste informazioni? Poche. Come ripetono molti esperti, i dati personali degli utenti sono il nuovo petrolio e per molti giganti del web, pensiamo ad esempio a Google, valgono miliardi di dollari. È il prezzo che accettiamo di pagare per usare i loro servizi. E senza spendere un centesimo. E non solo. Una parte dei nostri dati, anche per colpa nostra, rischia di finire in mani sbagliate. Ed è qui che iniziano i problemi.

I furti di identità sono una delle ragioni principali per cui è importante imparare a proteggere i propri dati personali. Gli hacker utilizzano una serie di tattiche, alcune molto semplici, per mettere le mani su molte delle nostre informazioni riservate. Una di queste è il phishing, attraverso cui i pirati informatici cercano di indurci a inserire i nostri dati personali, come ad esempio password e informazioni finanziarie, su dei falsi siti creati ad hoc. I rischi, come è facile intuire, sono molto alti. Le informazioni rubate potrebbero essere usate per prosciugarci il conto in banca, oppure per creare un account a nome nostro. Il consiglio, dunque, è di limitare il numero delle informazioni condivise online, evitando anche di aprire link ed email sospette.

Ads

Come ben sappiamo, alcune applicazioni sono in grado di tracciare la posizione, di accedere al telefono e alla galleria delle immagini, di conoscere il numero di cellulare e di acquisire molte altre informazioni personali. Siamo noi che, accettando i termini di utilizzo, permettiamo alle app di entrare nella nostra sfera privata. Se non lo facessimo, non potremmo utilizzare i servizi che ci offrono. Il problema è che queste applicazioni possono subire un attacco, “consegnando” agli hacker i nostri dati personali. Inoltre, sarebbe bene fare attenzione a chi affidiamo i nostri dati personali. Sono diverse le app che hanno usato le informazioni acquisiste dagli utenti per altri scopi.

Ads

La sicurezza online

Altro tema principale e molto più ampio è quello della sicurezza online. Un tema che va affrontato prendendo le giuste precauzioni e scegliendo sempre i siti sicuri anche quando si naviga per giocare. Se si accede a siti riconosciuti e regolamentati come NetBet casino non si corre alcun rischio, mentre diversa è la situazione quando si accede a siti esteri e poco sicuri.

Per stare alla larga dai rischi della rete è possibile seguire una serie di consigli che possono rivelarsi molto utili. Il primo è quello di mantenere sempre aggiornato il proprio sistema operativo, poiché gli hacker accedono attraverso i punti deboli nel software. Una di queste misure è anche l’eliminazione di vecchi sistemi operativi come Windows XP, poiché non ricevono più alcun aggiornamento. Inoltre, è utile creare un inventario di tutti i computer e di tutte le applicazioni dell’azienda.

È sempre utile, per le aziende, verificare i diritti utente e i cambi di funzione. In questo modo potete impedire che ad esempio degli ex collaboratori accedano alla rete. Installare programmi antivirus che riconoscano e blocchino i malware e utilizzare un firewall che impedisca gli accessi non consentiti.

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x