ARCHIVIO 3ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Prima processione via mare in occasione della Festa della Maddalena

Un evento di culto che mancava, e la cui mancanza obiettivamente andava prima o poi colmata. Adesso tutto questo è stato fatto grazie ad una sinergia virtuosa tra pubblico e privato, di quelle che se messe in atto più spesso certamente non potrebbero che apportare vantaggi alla nostra isola. Grande partecipazione ed emozione si è registrata venerdì sera a Casamicciola Terme, per la prima processione via mare organizzata in occasione della festa di Santa Maria Maddalena, amatissima dai fedeli della cittadina termale ma in generale dell’intera isola.

Oltre 250 persone infatti hanno preso parte all’evento, organizzato dalla parrocchia casamicciolese per la prima volta e che coinvolto centinaia di fedeli della santa, patrona del comune termale. La statua di Maria ha lasciato la sua storica collocazione, presso la chiesa parrocchiale presso cui risiede dal 1896, verso le 19.30 e da lì è stata condotta sino al molo di sopraflutto del porto di Casamicciola dove l’attendeva la nave Medmar Tourist Ferry Boat 3°, inviata a tale scopo dalla compagnia ischitana di navigazione dal porto di Pozzuoli. E che ovviamente bisogna ringraziare per la disponibilità manifestata soprattutto in occasione di una manifestazione che certamente coinvolge l’intera comunità e che conferma comunque ancora una volta la vicinanza alla stessa della compagnia di navigazione, che in casi del genere non ha mai fatto mancare il proprio supporto.

Poco dopo le 20.00, imbarcato il corteo guidato dal parroco don Gino Ballirano, la nave prendeva il largo, e dietro di essa una piccola flotta di gozzi e barche da diporto addobbati a festa. Il Tourist ha condotto la statua ed i tanti fedeli, tra cui l’assessore Nunzia Piro ed il comandante dei vigili urbani Mattera, dall’eliporto sino al Bagnitiello e da terra il passaggio della santa è stato salutato con un tripudio di fuochi pirotecnici. Prima del ritorno a terra, il comandante Piro ha arrestato l’unità navale per consentire a don Gino, dinanzi a Casamicciola, di impartire dal mare la benedizione all’intero comune. Una bella iniziativa dunque, che speriamo possa ripetersi il prossimo anno e diventare una tradizione solida e duratura.

Corrado Roveda

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button