ARCHIVIO

Procida, cantiere a cielo aperto

Assessore ai lavori pubblici Rossella LauroDi Guglielmo Taliercio

PROCIDA – Con l’arrivo dell’autunno riprendono i lavori pubblici sospesi nei mesi di luglio e agosto, ma non solo. “Diciamo subito – si legge in una nota l’Assessore ai lavori pubblici Rossella Lauro – che continuano i lavori del progetto Waterfront a Marina Grande. Il palazzo Merlato, che è stato interessato da un’importante opera di restauro e ha visto la partecipazione dei consulenti del Piano del Colore, è quasi ritornato alla sua forma originale. A breve verrà organizzato un incontro pubblico per raccontare il percorso intrapreso, con le analisi fatte dai restauratori ed i suoi esiti. In quella occasione  comunicheremo il colore della facciata! La settimana scorsa abbiamo dato il via ai lavori previsti sul tratto di strada che va dal ristorante Sent’Co fino ad arrivare alla Banca Credem. Un importante contributo è stato dato da altre società impegnate sul territorio, come la Progas Metano, che sta collaborando affinché i lavori vengano svolti in modo coordinato e guardando in un’unica direzione: riqualificare tutta l’area del porto a Marina Grande.

Lunedì daremo inizio ai lavori su via Roma, lato Grotte, per pavimentare un tratto di strada da sempre dimenticato. I disagi nella zona aumenteranno, soprattutto per i pendolari. Abbiamo però previsto che tutti i lavori termineranno nel mese di dicembre 2015. Invitiamo le tante persone che ogni mattina devono partire per raggiungere il luogo di lavoro in terraferma di utilizzare il parcheggio esterno al Comune di Procida ed i mezzi pubblici. Purtroppo abbiamo, ad oggi,  a disposizione un solo pulmino elettrico che viene già utilizzato come Scuola Bus.

Tuttavia, per monitorare il lavoro previsto dal progetto, in questi giorni verrà stampato il cronoprogramma dettagliato e affisso vicino all’area del cantiere. Il Direttore dei Lavori per terminare l’opera, entro il tempo previsto, ha creato una seconda squadra che lavorerà anche la notte, oltre al sabato e domenica. Anche i lavori della metanizzazione – continua la nota – sono stati ripresi. Da oggi si lavorerà anche nel famoso Casale di via Principe Umberto  la cui pavimentazione è abbastanza sconnessa ed in cemento. Proprio per questo stiamo convocando le Commissioni preposte e interagendo con la Soprintendente per una proposta sul rifacimento del manto stradale.

Infine i lavori eseguiti per permettere ai procidani di usufruire della “fibra ottica” sono quasi ultimati. Il cablaggio della rete Telecom su via Libertà, come afferma l’ex Assessore ai Lavori Pubblici, non erano stati previsti. Infatti nel primo cronoprogramma che ci è stato inviato via mail PEC, in data 10 settembre 2015, non venivano menzionati.

Annuncio

Con l’inizio dei lavori il 14 settembre ci siamo resi conto che erano state fatte delle valutazioni errate in precedenza. Per riparare la dimenticanza e gli errori di valutazione avevamo davanti a noi due possibilità: o predisporre in via Libertà un condotto via aerea o operare  sul manto stradale col metodo minitrincea. Per quanto riguarda la prima opzione va da sé che non era possibile, quindi lo scavo è stato l’unico modo per poter fornire agli abitanti di via Libertà il servizio. Avremmo desiderato essere più tempestivi nelle informazione e per questo ci scusiamo con tutti.  Gli interventi a cui abbiamo dovuto mettere mano, predisposti in parte dalla precedente Amministrazione erano abbastanza complessi e non è stato facile avere chiarezza sul da farsi in quanto, la mancanza di un passaggio di consegne da parte di chi ci ha preceduti nella vita amministrativa, non ha facilitato la ricostruzione dei lavori previsti. Purtroppo, ci dispiace dirlo ma è la verità, negli uffici preposti la documentazione cartacea non era stata messa agli atti.

Lo sforzo – conclude il documento dell’Amministrazione comunale – è stato immane ma siamo fiduciosi che con la riorganizzazione degli uffici e con il nostro costante impegno riusciremo a portare avanti ogni progetto per dare all’isola quanto è necessario”.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close