POLITICAPRIMO PIANO

Procida come Lacco, ricorso al Tar contro l’esito delle elezioni

Presente nella lista “Procida per tutti” come candidato al consiglio comunale, Michele Scotto lamenta una serie di irregolarità e la rottura del silenzio elettorale ed ha deciso di rivolgersi alla magistratura amministrativa. Così come già fatto da Domenico De Siano

La dura campagna elettorale che ha condotto i cittadini procidani al voto del 21 e 22 settembre scorso continua a produrre i suoi strascichi con il geom. Michele Scotto, presente nella lista “Procida per tutti”, che si rivolgeai giudici della giustizia amministrativa per chiedere l’annullamento dell’esito, che ricordiamo ha determinato la riconferma del Sindaco Dino Ambrosino e della maggioranza de “La Procida che vorrei”, in quanto, a suo dire, inficiato da situazioni anomale.

Da questo punto di vista proprio Michele Scotto, tra l’altro responsabile isolano di Fratelli d’Italia, in una nota diffusa alla stampa nella giornata di ieri, chiarisce l’azione avviata: “Si comunica che a seguito di numerose segnalazioni di diffuse irregolarità antecedenti e contestuali alle ultime elezioni, ho deciso di proporre una verifica amministrativa innanzi al competente Tar Campania. Ho intrapreso tale iniziativa a titolo personale e comunque nell’interesse generale a far uscire fuori, al di là dell’esito del ricorso, il clima di diffusa irregolarità e acrimonia nel quale si sono svolte le ultime elezioni comunali, che ha visto l’acme nei noti fatti della sera del sabato 19/09/2020, compiuti in violazione del silenzio elettorale, e della domenica 20 con l’organizzazione di gruppi di giovani a presidio dei seggi elettorali.

Grave è il comportamento dell’amministrazione comunale che, contro ogni principio di trasparenza, mi ha costretto al deposito del ricorso senza il rilascio degli atti richiesti. Solo in data 22/10/2020, e cioè il giorno stesso della scadenza dei termini, mi sono stati consegnati una parte dei documenti necessari richiesti sin dal giorno 30/09/2020. Sono dell’avviso che tutti i procidani debbano essere messi a conoscenza dei fatti e degli atti posti in essere in vista delle elezioni comunali”. Sin qui le dichiarazioni di Michele Scotto, ma sulla questione è intervenuto anche Luigi Muro, candidato a sindaco della lista “Procida per tutti”, che dice: “Sono a conoscenza della iniziativa di Michele Scotto che ha inteso sottoporre al TAR la verifica amministrativa delle operazioni elettorali delle ultime comunali.Per me le elezioni sono archiviate e sto già lavorando insieme ai consiglieri eletti e ai tanti cittadini che ci sostengono a una forte opposizione propositiva e di controllo. Tuttavia, se Michele Scotto è, come molti di noi, a conoscenza di irregolarità diffuse, fa bene a rivolgersi all’organo amministrativo di tutela dei cittadini che è il TAR.Siamo fiduciosi che, indipendentemente dall’esito, il lavoro del Tribunale amministrativo di Napoli saprà fare chiarezza sui fatti contestati.

Continuiamo a lavorare per portare avanti le nostre proposte senza indugio e con la massima passione e la migliore competenza possibile”.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button