ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Procida e la tragicomica situazione della Polizia Municipale

PROCIDA – Come era prevedibile la onnisciente Segretaria Comunale, dott.ssa Livia Letizia, questa volta nella funzione di Responsabile del servizio di Polizia Municipale, con nota registrata al prot. 13660 del 31 agosto scorso, effettua una rapida retromarcia, sconfessando la precedente disposizione di servizio, a firma congiunta con il Sindaco Ambrosino, con la quale aveva nominato due agenti di P.M. part-time Cat. C addirittura “Vice Comandanti della P.M.”

Nella stessa leggiamo alcune dichiarazioni della Dott.ssa Letizia che ci lasciano alquanto perplessi. Ad esempio si scrive che impropriamente nella nomina precedente sono stati denominati “Vice Comandanti” i responsabili dei procedimenti (quindi ha sbagliato in precedenza a chiamarli Vice…), ed ancora che “solo oggi ha reperito il regolamento del personale” (quindi in precedenza ha effettuato nomine senza neanche consultare il regolamento del personale); poi aggiunge che solo oggi ha visionato l’ordinanza della Procura della Repubblica del rinvio a giudizio di alcuni operatori di P.M. (dichiarazione che contrasta nettamente con il fatto di avere aperto procedimenti disciplinari nei confronti degli stessi). Come se non bastasse si aggiunge che, ancora oggi il più alto in grado, vincitore di concorso, risulta ancora “spodestato” dalle proprie mansioni di coordinamento e controllo.

Da tempo chiediamo una nuova organizzazione della Polizia Municipale, che passa anche attraverso l’emanazione del bando per individuare il legittimo Comandante di un Corpo che, sempre di più, naviga a vista, vittima di una politica inadeguata e di scelte improvvide quanto improvvisate.

A questo punto nascono legittimi una serie di interrogativi: visto il dietrofront della Dott.ssa Letizia, le determinazioni Dirigenziali a firma dei “Vice Comandanti” – poi sconfessati – saranno annullate? Come mai poi “un fedele all’Amministrazione”, a distanza di poche settimane, non è stato riconfermato? Perché  solo una parte degli indagati è stata trasferita? Perché solo adesso la Segretaria si è resa conto che non poteva nominare il Vice Capo Sezione, in quanto solo il Sindaco è legittimato a farlo? Infine, ora che  si è resa conto dello sbaglio, annullerà tutti gli atti a firma dei vice,illeggitimi, anche delle altre sezioni Comunali?

Insomma l’ennesimo “pasticcio”  dell’Amministrazione Ambrosino&Co.

Ads

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Controllare Anche
Close
Back to top button