ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Procida, oggi il presepe vivente alla Corricella poi Peppe Barra

PROCIDA – Atmosfera magica in questi giorni a Corricella, il Borgo di pescatori più affascinante e colorato del mondo, che ha costituito la location di importanti produzioni cinematografiche, a partire dall’indimenticabile “Il Postino” con il compianto Massimo Troisi, così come di campagne pubblicitarie, vedi l’Apple, fino a rientrare, nella classifica formulata da Syscanner.it, importante sito di viaggi, tra i 20 Paesi più belli d’Italia.

Infatti, manca poco perché diventi realtà la prima edizione del presepe vivente in un luogo, che di per se, è un presepe naturale (appuntamento questa sera alle ore 19,00 a Marina Corricella). Coinvolte le associazioni e le grancie dell’isola che animeranno dei “tableau vivent” di gusto settecentesco ricordando gli antichi mestieri. Protagonisti i bambini che ricorderanno i giochi antichi e l’associazione marinara di Corricella che con la collaborazione della grancia ha realizzato l allestimento del borgo. La sacra famiglia visiterà i vari quadri, busserà alle varie locande ma il nostro Bambino nascerà su un peschereccio come un dono dal mare che illumina la vita di un popolo semplice ma laborioso. «Colgo l’occasione – dice l’assessore alla cultura ed eventi Nico Granito – per ringraziare tutti coloro che renderanno possibile, con il loro impegno e contributo, questo “miracolo” non ultimi la sezione edili della delegazione Casartigiani di Procida ed il presidente Maurizio Frantellizzi».

Ulteriore tappa di grande suggestione del cartellone degli eventi preparato nell’ambito del progetto “Procida, isola di Arturo, cofinanziato dal POC 2014-2020, sarà la presenza di Peppe Barra, maestro tra i maggiori interpreti della cultura partenopea, che giovedì 29 dicembre, a partire dalle ore 11,00, leggerà Basile nel suggestivo “maniero”, come lo definiva la Morante, che è il Palazzo d’Avalos a Terra Murata.

«Il palazzo – sottolinea l’assessore Granito – si va a connotare sempre di più come luogo di cultura di memoria e di eventi di qualità costituendo un attrattore unico dalla grande forza espressiva. L’invito che rivolgo a tutti, procidani e turisti, è di non mancare. L’isola di Procida si presenterà nella sua veste migliore».

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex