SPORT

Promozione Lacco Ameno, Castagna: «La società ha piena fiducia nel mister e nella squadra»

Il presidente rossonero fa il punto della situazione dopo la sconfitta con l’Ercolano: «Sarebbe stato più giusto un pareggio. Nonostante gli ultimi risultati, l’ambiente è tranquillo»

Dopo un inizio sfavillante dove la neo promossa della categoria sbalordisce tutti conquistando addirittura la polposition seppur per una sola notte, arrivano i nodi al pettine, come si suole dire. Il Lacco Ameno del presidente Castagna, perde per così dire terreno e si ritrova a quota dieci in quella zona della classifica che definiamo tranquilla, in quanto almeno per il momento due gradini più su della zona play out. Un risultato che per una neo promossa della categoria composta per lo più da una giovane squadra e da un ottimo ma anche lui giovane allenatore, può essere soddisfacente, ma non bisogna certo mollare la presa.

Cinque sconfitte consecutive nell’ultimo periodo potrebbero incominciare a pesare e a far troppo leva su una classifica che è pur sempre in movimento e dove le lunghezze tra una compagine e l’altra potrebbero maggiormente estendersi.

Che il Lacco Ameno avrebbe avuto un filotto di gare importanti dal Procida in poi era più che chiaro a tutti, il calendario parlava chiaro, ma cinque sconfitte sono pur sempre cinque sconfitte e potrebbero in qualche modo minare l’ambiente oltre che come si sa e come spesso capita far scivolare la squadra in un baratro, in un vortice di insicurezza dal quale risulta poi complicato uscirne.

Certo è che se alcune sconfitte potremmo definirle giuste, in altre circostanze si è stati forse solo sfortunati. Basta pensare all’ultimo match con L’Ercolano dove forse il pareggio finale sarebbe stato sicuramente più giusto, considerando che il gol vittoria, il gol partita da parte degli avversari è giunto su una posizione, quindi un episodio e che oltre a questa non c’è stata altra grande azione degna di nota. E ritorna a questo punto il discorso fatto poc’anzi. Di questo e altro ne abbiamo parlato col presidente Salvatore Castagna.

Cinque sconfitte consecutive che potrebbero mettere un po’ in discussione forse la squadra, considerando anche l’ultimo risultato con l’Ercolano…

«Paradossalmente sono arrivate queste sconfitte che per la maggiore sono tutte sconfitte giunte forse più per sfortuna che per vera mancanza da parte nostra. Non posso rimproverare nulla ai ragazzi né tanto meno al mister. Tutti si stanno impegnando al massimo per raggiungere l’obiettivo e per fare bene. Basata pensare anche all’ultimo match con l’Ercolano, a parte quella punizione che ha dato la possibilità ai nostri avversari di portarsi in vantaggio e mettere in cassaforte i tre punti, non ci sono poi state grandi azioni degne di nota e comunque una tale superiorità da parte dell’Ercolano nei nostri confronti, tanto è vero che la partita si è conclusa con un gol di misura. E’ ovvio che siamo dispiaciuti perché il risultato più giusto e più ovvio sarebbe stato il pareggio – e ancora aggiunge – Ma l’ambiente è tranquillo, la società è tranquilla e abbiamo piena fiducia sia nei confronti dei ragazzi che del mister»

Un filotto di partite importanti al quale ha dato vita il Procida e che dovrebbero poi concludersi invece con l’Ischia…

«Speriamo che non si concludano come sono iniziate – scherza e riprende – Col Procida indubbiamente abbiamo dato vita come sottolineavi a questo filotto di partire che sapevamo più insidiose e diciamo che è stata anche la prima partita dalla quale è incominciato il nostro declino, ma assolutamente non ritengo che i nostri ragazzi abbiano completamente demeritato. Anzi credo che quella col Procida sia stata l’unica partita sottotono e forse quella col Plajanum poi per il resto siamo stati un po’ sfortunati soprattutto se pensiamo al Pianura dove al squadra ha fatto un’ottima prestazione nonostante ci trovassimo di fronte giocatori sicuramente più esperti. I problemi e le partite così possono capitare l’importante è saper affrontare il tutto e saper reagire e i nostri ragazzi lo stanno facendo. Non perdono un allenamento e si stanno impegnando in tutte le circostanze. Hanno dimostrato massimo impegno sia negli allenamenti che nelle partite, forse dovremmo essere un pò più incisivi sotto porta, ma stanno dando tutti il massimo anche l’allenatore, tutti lavorano al cento per cento stiamo. Indubbiamente la nostra è una squadra per la maggiore composta da ragazzi quindi ci sta un po’ di inesperienza, ma hanno dimostrato valore e non si sono mai dimostrati inferiori a nessuno. Ripeto basta pensare al Pianura, una bellissima partita e non si è notata la differenza».

Questo weekend si va a Quarto, fanalino di coda che tra l’altro proprio i questi giorni ha cambiato l’allenatore…

«Io dico sempre ai ragazzi che non devono guardare le partite sulla carta, si può andare a giocare anche con una squadra di terza categoria e perdere, l’imporrtante è dare smepre il massimo in ogni circostanza. Il cambio allenatore porta indubbiamente più fame dal punto di vista calcistico quindi sicuramente non troveremo uan squadra facile da gestire, ma dobbiamo pensare a noi stessi e a dare il cent per cento, se i ragazzi faranno ciò, sicuramente potranno portare a casa un risultato positivo».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker