Statistiche
ARCHIVIO 5POLITICA

Prove tecniche di pace tra Giosi e Isidoro Di Meglio

ISCHIA – Le elezioni amministrative nel Comune di Ischia sono ancora lontane, ma non certo lontanissime. Si andrà alle urne nella primavera del prossimo anno solare, ma è chiaro che ormai tutti i protagonisti della vita politica stiano iniziando le cosiddette grandi manovre. E’ il frutto anche di un panorama che rispetto al 2012 rischia di presentarsi decisamente più frastagliato e ricco di incognite: all’epoca, non c’erano infatti dubbi sulla ricandidatura del sindaco uscente da una parte e della cosiddetta grande ammucchiata dall’altro, e così i due poli di Giosi Ferrandino e Salvatore Mazzella nacquero di fatto in maniera spontanea, quasi naturale e inevitabile, con l’unico ragionamento che dovette essere affrontato che riguardava il nome dello sfidante del primo cittadino uscente. Ma oggi, a distanza di quasi quattro anni, la scena si presenta in maniera decisamente diversa, al punto tale che – se non fosse per i tempi della politica che spesso sono particolari – sembrerebbe quasi passato un secolo. Perché da una parte c’è un sindaco che non potrà ricandidarsi avendo esaurito il doppio mandato e per adesso ha messo in rampa di lancio Enzo Ferrandino in attesa di capire se conviene andarsi a gemellare con Domenico De Siano per non perdere il comando (sia pure da dietro le quinte) del palazzo municipale di via Iasolino. Nel frattempo, è chiaro a tutti, c’è anche un componente che si è staccato dalla maggioranza, e parliamo dell’attuale presidente del consiglio comunale Gianluca Trani, che ha deciso di tentare la scalata alla poltrona più ambita del municipio ed ha già cominciato a muoversi in questa direzione. Poi c’è il blocco dell’opposizione, che numericamente un peso ce l’ha, così come ce l’hanno anche i pezzi da novanta che la maggioranza ha perso nel corso del suo mandato amministrativo. Tutto questo senza dimenticare le immancabili sorprese e qualche ex della politica che potrebbe essere “tentato” dall’idea di rituffarsi nella mischia. Insomma, un caleidoscopio di volti e possibili schieramenti che allo stato attuale non solo è impossibile “quotare” da parte dei bookmakers ma nemmeno lontanamente ipotizzare.

E allora iniziano le grandi manovre e sotto questo aspetto va segnalato un clamoroso colpo di scena che vede protagonista proprio il sindaco d’Ischia Giosi Ferrandino. Il quale continua ad andare decisamente controtendenza rispetto a quanto annunciato già all’epoca del rimpasto dell’ultima giunta: tutti si aspettavano figure esterne e magari anche di spicco per ridare slancio all’amministrazione ed invece ecco spuntare i soliti noti Pasqualino Migliaccio e Paolo Ferrandino. E adesso, in vista delle prossime elezioni, non potendosi ricandidare, un po’ tutti immaginavano anche un rimescolamento delle carte e forse pure un ricambio generazionale. Invece, anche stavolta si riparte con un tuffo nel passato, che però ha un sapore davvero clamoroso. Secondo quanto raccontano alcuni rumors ben attendibili, infatti, ci sarebbe un clamoroso riavvicinamento tra il primo cittadino e l’ex assessore alla Cultura, l’avvocato Isidoro Di Meglio. Tra i due, insomma, dopo il “c’eravamo tanto odiati” sarebbe rispuntato un idillio che avrebbe del clamoroso. Nel corso delle vacanze natalizie, infatti, l’ex esponente politico è stato avvistato all’esterno dell’Hotel Le Querce dove si è poi incontrato con Giosi, ma non è tutto…

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x