CRONACA

Pulizia dei sentieri, tocca alla Bocca di Tifeo

Bastoni da trekking, scarpe da ginnastica comode, mappe geografiche e tanta voglia di esplorare l’isola. Con l’arrivo della primavera aumentano a Ischia gli sbarchi di turisti motivati a conoscere le bellezze più rare e nascoste dell’isola, incastonate lungo i percorsi più belli e affascinanti custoditi dall’isola d’Ischia. In vista di un’affluenza sempre maggiore i volontari della Pro Loco Panza e dell’associazione “Libera Caccia” dell’isola, si rimboccano nuovamente le maniche dopo le fatiche che hanno liberato i percorsi della Falanga.

Il sentiero che raggiunge la Bocca di Tifeo, fumarola che testimonia l’attività vulcanica dell’isola, si sviluppa in altezza per circa 800 metri e custodisce tracce del passato rurale di Forio. La pulizia dei sentieri realizzata dai volontari che mantengono vive le attività della Pro Loco e dagli amanti dell’arte venatoria daranno nuova linfa al percorso che si inerpica lungo le zone un tempo coltivate a vite, quando anche le alture più impervie donavano i preziosi frutti della terra. Fumarole, roccia nuda e la vegetazione della macchia mediterranea riprendono vigore in vista dell’immancabile appuntamento con “Andar per Sentieri”, l’evento dedicato agli amanti delle passeggiate che dal 25 aprile tornerà ad allietare residenti e turisti durante il lungo ponte di fine aprile.

Tags

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close